Palazzo Zevallos presenta la Napoli Liberty: oltre settanta opere a cura di Gallerie d’Italia

0
198
napoli liberty

NAPOLI – Un’imperdibile mostra – a cura di Luisa Martorelli e Fernando Mazzocca, con l’allestimento di Lucia Anna Iovieno – a Palazzo Zevallos Stigliano, consentirà di fare un tuffo nel passato. Oltre settanta opere ripercorrono la storia della della Napoli Liberty tra il XIX e il XX secolo, capitale della modernità.

Ti consigliamo come approfondimento – “L’estasi” di Marina Abramović: l’artista in mostra a Napoli fino al 17 gennaio

Napoli Liberty: un salto nella società partenopea tra il XIX e il XX secolo

napoli libertyPasseggiando per via Toledo, è quasi impossibile non restare affascinati da un edificio antico come Palazzo Zevallos, a pochi passi dalla Galleria Umberto I. Proprio lì, nella sede museale di Intesa Sanpaolo, è ospitata a partire dal 25 settembre la mostra Napoli Liberty. N’aria ‘e primmavera.

L’ingresso è accompagnato dalla classica musica napoletana dello scorso secolo, un piccolo particolare che rende ancor più semplice immergersi negli stili e nelle opere ribelli dello stile Liberty. La mostra occupa due piani del palazzo. All’entrata, in un grande spazio aperto, è possibile osservare alcune vecchie immagini della Napoli di fine ‘800 e alcune sculture.

Si prosegue verso il cuore della mostra. Un’intera sala è dedicata alle opere dei protagonisti di quel movimento d’avanguardia. Tra queste troviamo i dipinti del soggiorno a Napoli di Felice Casorati; a seguire quelli di Edgardo Curcio, Francesco Galante, Edoardo Pansini, Raffaele Uccella e Eugenio Viti. Il tutto si lega alle sculture di Costantino Barbella, Filippo Cifariello e Saverio Gatto.

Ampio spazio è dedicato alle arti applicate, tra cui spicca la Fontana degli Aironi, del 1887. A seguire, le opere nate nel Museo Scuola Officina, l’Officina della Ceramica e la Stipetteria.

Ti consigliamo come approfondimento – UniMusic Festival – II Edizione: grande successo per l’”Omaggio a Morricone”

Napoli Liberty: artisti nazionali e internazionali

napoli libertyNapoli Liberty vanta anche due opere di Almerico Gargiulo, maestro intagliatore del legno. Sono esposte anche manifatture di altissimo pregio nel settore dell’oreficeria preziosa e delle manifatture delle pietre dure, settore per il quale Napoli era prima in Europa. Non manca un omaggio alla Scuola del Corallo di Torre del Greco, conosciuta per le raffinate lavorazioni applicate a oggetti di valore funzionale.

Indubbiamente, una delle immagini guida della mostra è Seduzoni di Vincenzo Migliaro. Il soggetto è una vetrina della gioielleria Jacoangeli, dove si scorge una figura femminile affascinata davanti a quegli oggetti del desiderio.

La sezione che chiude la mostra è dedicata a manifesti e grafica pubblicitaria. Spiccano le illustrazioni di Marcello Dudovich, Vincenzo Migliaro e Pietro Scoppetta.

Ti consigliamo come approfondimento – Trattoria Pizzeria “Dal nonno 2.0”: tradizione e modernità nel cuore di Volla

Costi e informazioni utili

napoli libertyA Palazzo Zevallos si vive un’aria ottocentesca dove l’Art Nouveau, che aveva contagiato l’intera Europa, approda anche in Italia. Uno stile in particolare, quello Liberty, contagia la nostra città che abbraccia il desiderio di rinnovamento, intenzionata a lasciarsi alle spalle la tragica epidemia di colera. Una situazione pesante che oggi possiamo ben comprendere, a causa della pandemia Covid ancora in corso.

La mostra sarà disponibile fino al 24 gennaio 2021. I prezzi sono:

  • Biglietto intero congiunto mostra e collezioni permanenti: 5€;
  • Biglietto ridotto congiunto mostra e collezioni permanenti: 3€;
  • Gratuito per convenzionati, scuole, minori di 18 anni e clienti del Gruppo Intesa Sanpaolo.

Gli orari di accesso sono:

  • Dal martedì al venerdì dalle ore 10:00 alle 19:00 (con ultimo ingresso alle ore 18:30);
  • Sabato e domenica dalle ore 10:00 alle ore 20:00 (con ultimo ingresso alle ore 19:30).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here