Covid Napoli, troppa folla: il lungomare viene transennato

0
143
Napoli lungomare covid

Napoli lungomare covid – Arrivano le transenne sul lungomare di Napoli, questo a causa del progressivo aumento di persone in strada. La misura, già concordata nei giorni scorsi in Prefettura, è volta ad evitare assembramenti. Diverse le squadre mobili che sono sopraggiunte per far rispettare il blocco: Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Municipale e Protezione Civile.

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli, gente in strada senza mascherina. Totale assenza di regole

Napoli lungomare covid, transennato il marciapiede da Piazza Vittoria a Santa Lucia

Napoli lungomare covidCome è stato battuta da Ansa, quest’oggi a Napoli molte persone si sono riversate sul lungomare. Questo ha causato l’intervento di diverse squadre mobili per transennare il marciapiede che da Piazza Vittoria va verso Santa Lucia. Locali del lungomare presi d’assalto, traffico sostenuto e villa comunale piena di famiglie e bambini.

Consci dell’ultimo sabato in zona gialla, i napoletani si son riversati lungo via Caracciolo e via Partenope in un serpentone ordinato e munito di mascherina. La ressa non è minimamente paragonabile ai giorni scorsi o a due settimane fa quando il lungomare era pieno. Le squadre mobili di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale vigilano stanno vigilando la situazione per evitare che si creino assembramenti.

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli, piazza San Giovanni senza regole prima della zona arancione

Folla tra le strade eppure i ristoratori non sorridono

saldi napoli lungomare covidNon sarà una giornata di incassi a ripagarci delle perdite che abbiamo subito in questi mesi”, commenta Antonio Della Notte, presidente dell’Aicast. “Queste settimane di zona gialla ci hanno permesso di ridare fiato ai nostri dipendenti facendoli rientrare dalla Cassa Integrazione. Ma questo non basta. La nuova chiusura che ci sarà nelle prossime ore è dura da digerire”.

L’Aicast ha fatto partire una lettera indirizzata al neoministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgietti. Della Notte, inoltre, confida che il nuovo governo riesca a trovare una soluzione per riaprire definitivamente insicurezza. Il presidente dell’Aicast ha anche commentato la zona arancione, dove ai locali sarà consentito solo il delivery e l’asporto. “In queste condizioni domani penso che la stragrande maggiorana dei locali del lungomare rimarrà chiusa”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × 5 =