Napoli ztl: 184mila multe da eliminare, ma nessun dirigente intende firmare

0
437
Napoli multe ztl

Napoli multe ztl: i verbali arrivano a quota 184mila, mentre la collera dei cittadini è inqualificabile. Il primo cittadino, a settembre, prometteva rimborsi e cancellazioni entro la fine del 2020. Dai Decumani a Mezzocannone le multe hanno raggiunto un ammontare di 17 milioni di euro. Nessuno osa prendersi la responsabilità di firmarne la cancellazione. I dirigenti si dicono contrari, ma c’è una promessa da onorare.

Ti consigliamo come approfondimento – Campania resta in zona rossa: RT alle stelle e lockdown fino al 15 aprile

Napoli multe ztl, la promessa del sindaco

Napoli multe ztl
Dal gruppo Facebook CONTESTAZIONE MULTE ZTL CENTRO STORICO

L’amministrazione comunale ha deciso di annullare tutte le multe emesse nelle zone in cui nelle scorse settimane si è passati da ztl a pedonalizzazione. Va specificato che nessun errore è stato commesso dal Comune in quanto la procedura amministrativa è stata rispettata. Ci siamo resi conto, però, che la segnaletica non perfetta e la comunicazione non sempre efficace hanno contribuito ad indurre in errore, in buona fede, tantissime persone che hanno attraversato i varchi nella convinzione che non vi fosse area pedonale.”

Queste erano le parole che scriveva, il 17 settembre 2020, il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, in un post su Facebook. Durante il periodo che va da giugno a ottobre 2020 nella zona del centro storico, sono stati registrati 184mila verbali in ztl. Un modulo online, tanta pazienza e una lista infinita avrebbero assicurato la cancellazione e l’eventuale rimborso. A dicembre 2020, in via Raimondi, lunghe code attendevano un responso. Assembramenti per recuperare le sanzioni, ma poche le risposte, quasi nulli gli interventi. Ad aprile 2021 la situazione non si è ancora sbloccata e la promessa del sindaco resta incompiuta.

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli, De Magistris firma la nuova ordinanza: ecco i divieti

Napoli multe ztl: un rompicapo da risolvere

Napoli multe ztl
Dal sito del Comune di Napoli

Al Comune di Napoli ogni organo deputato passa la responsabilità al prossimo. La giunta è contro i dirigenti. I dirigenti non hanno intenzione di firmare. I consiglieri comunali allora si schierano contro la giunta. Così, in un caos di responsabilità mancate, si crea un rompicapo irrisolvibile. La ztl del centro storico copre un’ampia area che va dai Decumani sino a Mezzocannone. Sin dall’istituzione della stessa, i cittadini hanno spesso riscontrato errori e multe eccessive. C’è chi si è ritrovato con più di una decina di verbali a proprio carico. Il tutto, spesso, quando il varco non era attivo. Questo accadeva di notte, senza la limitazione. I dirigenti, dalla loro, dichiarano che “gli atti sono validi e le multe non possono essere annullate.”

Affermazioni spinte dalla paura di rispondere alla sanatoria che potrebbe essere imposta dalla Corte dei Conti a chi appone la firma alla cancellazione delle multe. Il sindaco e gli assessori non riescono a venirsi incontro e in tal modo l’aula non riesce a riunirsi. Un’opzione sarebbe quella di varare una delibera che annullerebbe la precedente, lasciando che la responsabilità ricada su assessori e tecnici. La ztl era stata attivata senza preavviso, il che si qualificherebbe come errore amministrativo. Dal Comune giunge voce che sarà attesa un’altra settimana, poi la delibera sarà depositata alla giunta.

Intanto, i cittadini hanno visto i propri ricorsi respinti dal prefetto. Riuniti in gruppi su Facebook minacciano la denuncia al Comune. È tempo di risposte, è tempo di giustizia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × cinque =