Napoli, neonato ustionato dai genitori: intervento di pelle artificiale riuscito

0
355
Neonata soffocata coma

Napoli neonato ustionato dai genitori, la tragica vicenda di Portici di qualche notte fa continua a fare notizia. Il neonato, Vincenzo, che era stato lavato in acqua bollente torna a far parlare di sé. È appena terminato l’intervento di apposizione di derma artificiale. Un’innovazione biomedica che potrebbe salvargli la vita. Si tratta dell’innesto di tessuti artificiali sulle parti lesionate (circa il 16% del corpo). Questo dovrebbe rendere possibile, tra qualche settimana, la base di impianto per innesti cutanei.

Ti consigliamo come approfondimento – Borrelli denuncia il leader dell’assalto all’Ospedale del Mare per minacce

Napoli neonato ustionato: la vicenda e i giorni all’ospedale pediatrico

Santobono, Napoli neonato ustionatoNato da appena qualche giorno, Vincenzo è finito subito in prognosi riservata. La causa da attribuire ai genitori, è stato un lavaggio in acqua bollente poco dopo la nascita. Molti ancora i sospetti sulla vicenda. Appare invece chiara la grave condizione del neonato. Ustionato per il 16% del corpo e ricoverato da ormai quasi una settimana all’Ospedale Pediatrico “Santobono” di Napoli. Vista la situazione familiare è stata la Regione Campania a farsi carico delle spese di cura per il neonato. Ultime tra queste l’apposizione di derma artificiale. Si tratta di una novità nel mondo della biomedica che potrebbe salvargli la vita. Vengono innestati tessuti artificiali sulle parti lesionate. Sarà così possibile procedere poi con gli innesti cutanei, essenziali per la sopravvivenza del neonato.

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli: neonato in ospedale con lesioni e ustioni gravi. Arrestati i genitori

Napoli neonato ustionato: la situazione dei genitori

neonato napoli, napoli neonatoustionato, Napoli neonato ustionatoDal parto avvenuto all’interno dell’abitazione dei genitori all’effettivo svolgimento dei fatti si conosce ancora poco. Ciò che è certo è invece la situazione di entrambi i genitori. Alessandra Terracciano, affetta da problemi psichici e Concetto Bocchetti, già noto alle Forze dell’Ordine per maltrattamenti e violenze. Ai due era stata tolta già più volte la potestà genitoriale. Gli ultimi figli erano stati sottratti loro soltanto pochi mesi fa per essere affidati a un’altra famiglia. I due, ora accusati di abbandono, maltrattamento e lesioni gravissime su minori, sono stati presi in carico dalle autorità competenti. La madre è in ricovero presso l’Ospedale del Mare, il padre invece è stato portato nel carcere di Poggioreale.

Si spera ora in novità e risvolti sulla vicenda ma soprattutto in buone notizie sulle condizioni di Vincenzo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × tre =