Napoli, ordinanza movida è un flop. Residenti esasperati: “Possiamo solo scappare”

0
585
Napoli ordinanza movida
Fonte: Instagram

Napoli ordinanza movida è inutile. Finisce in rissa e confusione il primo weekend post ordinanza di Manfredi per contrastare la movida nel centro storico. Il Comitato vivibilità di Chiaia denuncia l’esasperazione dei residenti. “Nel weekend si può solo scappare”. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Napoli, nuova ordinanza contro la movida: basta musica e locali notturni

Napoli ordinanza movida: i locali aperti anche dopo le due 

napoli ordinanza movida, napoli rave party vesuvio, truffa tamponeIl principale punto nella nuova ordinanza del sindaco Manfredi era la chiusura dei locali alle due di notte. Per le strade di Chiaia però nella zona denominata come “I Baretti” alle due di notta la folla non accenna a disperdersi o a diminuire. Molti i locali che non hanno chiuso, continuando a vendere alcool. Diversi commercianti si sono difesi. “Se chiudiamo alle due la gente rimane fuori la strada e andrà a divertirsi altrove. Chi paga sono le attività commerciali”. Innumerevoli le denunce dei residenti. “Città ormai è invivibile, chiunque vive nelle zone di Chiaia nel week end non ha alternativa se non scappare fuori. Anche il Comitato di Chiaia Viva e Vivibile fa sentire la propria voce. “Certamente non può essere vietato ai giovani di uscire. Ma vietare  che migliaia di essi occupino l’intera carreggiata impedendo il flusso veicolare di chi ha il diritto di rientrare nelle proprie abitazioni”. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Tragedia, bambino di 12 anni si uccide: era vittima di bullismo da diversi mesi!

Napoli ordinanza movida: le testimoninaze dei giovani 

napoli ordinanza movida
Dalla pagina Facebook di Francesco Emilio Borrelli

Nell’ultimo weekend trascorso molte sono state le testimoninaze raccolte dei giovani che imperversano le strade della movida napoletana. I ragazzi lamentano la volontà di volersi divertire. “Dopo due anni di Covid ci vogliamo divertire anche noi. Un pochino di rispetto per noi giovani che siamo stati chiusi a casa per tanto tempo”. I controlli comunque ci sono stati da parte delle Forze dell’Ordine. Su 165 attività controllati, 5 sono state le denunce. Tuttavia il problema resta in strada. “Si i controlli ci sono, ma non in mezzo alla strada”. Intanto il weekend si chiude con una rissa ai danni di un 14enne. Il ragazzino è stato picchiato con un tirapugni per difendere la fidanzatina. Ora è in ospedale con un trauma cranico. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

15 + 4 =