Napoli, identificato il ragazzo che ha preso a schiaffi la fidanzata in strada

0
403
Napoli ragazzo picchia fidanzata identificato
Fonte Fanpage.it

Napoli ragazzo picchia fidanzata identificato: il ragazzo è stato identificato dai Carabinieri grazie al video condiviso sui social e alle videocamere della zona.

Ti consigliamo come approfondimento-Napoli, ragazzo prende a schiaffi la fidanzata in strada, ragazzi corrono in suo aiuto

Napoli ragazzo picchia fidanzata identificato dai Carabinieri

Napoli ragazzo picchia fidanzata
Fonte Fanpage.it

I Carabinieri hanno identificato il giovane che ha picchiato una ragazza in via Orazio, al limite tra i quartieri napoletani di Chiaia e Posillipo. Si tratta di un 36enne A. L., originario della provincia Nord, con precedenti penali per droga; la sua posizione è attualmente al vaglio. La giovane, che è risultata essere la sua fidanzata, è invece una 28enne, anche lei dell’hinterland partenopeo. Le indagini sull’episodio sono coordinate dalla IV Sezione “Fasce Deboli” della Procura della Repubblica, che con tutta probabilità nelle prossime ore convocheranno sia lui sia lei per ricostruire i contorni della vicenda e capire se, oltre a quello di via Orazio, ci siano stati precedenti episodi di violenze, fisiche o psicologiche. Le indagini sono partite dal video pubblicato sui social di cui abbiamo in precedenza parlato. Sono state visionate anche le registrazioni degli ultimi sette giorni delle telecamere della zona.

Ti consigliamo come approfondimento-Donna urla in aereo: “C’è un fantasma vicino a me. Fatemi scendere!”

Napoli ragazzo picchia fidanzata identificato: indagini

Tramite le registrazioni degli ultimi sette giorni delle telecamere della zona i Carabinieri hanno ricavato la targa. In seguito, hanno visionato gli spostamenti tramite i lettori ottici installati in città. In questo modo sono risaliti all’intestatario della vettura e hanno ricostruito il percorso di ritorno, fino alla provincia Nord di Napoli. Il video dell’aggressione, girato con un cellulare da un’abitazione di via Orazio, all’altezza del civico 121, aveva iniziato a circolare nella mattinata di ieri. Dalle indagini è poi emerso che non risaliva a poche ore prima ma alla notte tra l’8 e il 9 luglio. Le immagini, diventate rapidamente virali, sono terribili: cominciano quando evidentemente la discussione è già in corso.

I due sono accanto ad un’automobile, una Smart, parcheggiata. Il rumore del primo ceffone è così forte che si sente distintamente nonostante il cellulare che riprende sia molto lontano. Poi arrivano altri schiaffoni, lei perde l’equilibrio e finisce contro la portiera. La ragazza entra nell’automobile, il giovane fa il giro della vettura e si mette al lato guidatore. Presumibilmente continua a picchiarla anche nell’abitacolo: lo si intuisce dal fatto che l’automobile sobbalzi. In quel momento intervengono alcuni ragazzi che avevano assistito alla scena, uno prende a calci la portiera del veicolo. Il giovane, che poi è stato identificato come il 36enne A. L., scende e li affronta, li istiga. Parte una nuova discussione, che dura una manciata di secondi, fino a quando i ragazzi si allontanano, il giovane risale sul veicolo, dove si trova ancora la fidanzata, e si allontana con lei.

Ti consigliamo come approfondimento-Consiglio shock dell’OMS: “L’aspartame può causare il cancro nell’uomo!”

Napoli ragazzo picchia fidanzata identificato: parla Borrelli

bambina parolacce video, Assalto ospedale mare Napoli, napoli zona rossa
Ph presa dalla pagina ufficiale di Francesco Emilio Borrelli

La ragazza, per il momento, pare che non lo abbia denunciato anche se è dovuta andare in ospedale dopo le botte prese. In merito è intervenuto nuovamente deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli. Borelli ha detto: “Ho parlato con i suoi familiari. Bisogna convincerla a sporgere denuncia per fermare quel soggetto violento e pericoloso.” In ogni caso la segnalazione e identità del soggetto sono state inviate alla Questura. Il video dell’aggressione era stato denunciato dal deputato. Il video ha fatto il giro del web e suscitato tanta indignazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − 15 =