Napoli, l’EAV si schiera a favore della scienza: arriva il treno “io mi vaccino”

0
191
napoli

A Napoli, sui binari della linea flegrea, spunta un treno del tutto originale con ai lati la scritta “Io mi vaccino“. Così l’EAV prende posizione sulla campagna vaccinale, schierandosi al fianco della scienza. Il vaccino, infatti, sembra essere ormai l’unica soluzione per uscire vittoriosi dalla lotta contro la pandemia da Coronavirus.

Ti consigliamo come approfondimento – In Campania riaprono i musei: ingressi gratis per due settimane

Napoli, l’originalità è nelle piccole cose

napoliUn treno dell’Ente Autonomo Volturno (EAV), presente sulle linee flegree, appare come un simbolo di speranza. Sui lati compare la scritta “io mi vaccino”: tre parole con un grande significato. Ad annunciarlo è stata la stessa società diretta da Umberto De Gregorio.

Si tratta di un’iniziativa che ci è stata proposta da alcuni giovani volontari che hanno già lavorato con noi. Ha lo scopo di sensibilizzare tutti a proseguire questa battaglia. Anche attraverso il treno quindi ricordiamo di essere prudenti e vaccinarci quando sarà il nostro turno. È un messaggio anche di speranza e responsabilità che in questo momento è più che necessario”.

Ti consigliamo come approfondimento – Sulle tracce del Santo Graal: gli studi guidano al Maschio Angioino

“Io mi vaccino”: EAV al fianco della campagna vaccinale

napoliNapoli è famosa per la sua originalità. Il treno EAV presente sul tratto ferroviario flegreo ne è un chiaro esempio.

Con l’inizio – da circa un mese – delle vaccinazioni, in molti si sono schierati contro e sembrano essere in continuo aumento i no vax. “Io mi vaccino” è un modo per sostenere e incentivare la campagna di vaccinazione. Il treno, ha spiegato De Gregorio, è stato fabbricato negli anni ’60 ed era ricoperto di scritte di writers. Un gruppo di volontari ha scelto di ridipingerlo, lo stesso gruppo che ha ridipinto anche la stazione di Bagnoli, guidati da Luca Danza.

Ti consigliamo come approfondimento – Tampone sospeso: nel Rione Sanità, si favorisce lo screening

Covid e trasporti: qual è la situazione a Napoli?

napoliNon è un caso che il nuovo simbolo della campagna vaccinale sia proprio un treno, parte del settore dei trasporti, uno dei più colpiti dall’inizio dell’epidemia.

Fin da subito, nella città partenopea, il problema principale percepito da tutti è stato proprio quello dei trasporti. Le linee metropolitane e circumvesuviane, infatti, da sempre lamentano problemi e la pandemia da Coronavirus sembra aver dato il colpo di grazia. Con le limitazioni degli spostamenti, la situazione sembrava essersi attenuata anche se il problema era stato solo aggirato temporaneamente. Con un progressivo ma altalenante ritorno alla quotidianità, il problema si ripropone nuovamente e non sembrano arrivare soluzioni efficaci, fatta eccezione per alcune nuove corse. Il presidente EAV De Gregorio ha tenuto a precisare, però, che il comparto del trasporto è al lavoro e in prima linea. “Non abbassiamo la guardia, mascherine e distanziamento per quanto possibile, e vacciniamoci tutti quando viene il nostro turno. Ce la possiamo fare, dipende da noi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × 2 =