Natale “stupefacente”: arriva sotto l’albero il panettone alla cannabis

0
121
panettone natale

Quante volte abbiamo pensato al cenone di Natale esclamazioni del tipo “Che noia!”. Quanti sono stufi delle solite portate, delle solite suocere, dei soliti calzini e dopobarba di dubbio gusto? Sotto l’albero non mancheranno oltre ai regali, primizie e prelibatezze, panettoni o pandori, ma quest’anno si cambia registro. Arriva il panettone alla cannabis! Leggi anche: Coca Cola alla Marijuana: s’ha da fare o non s’ha da fare? 

Natale stupefacente: l’origine del panettone alla cannabis

panettone

Tutto nasce da un’idea di “Justmary“, parliamo del primo delivery di cannabis legale, con sede a Milano. La proposta è d’effetto, ha lanciato in esclusiva il panettone alla cannabis legale. Il prodotto è ordinabile semplicemente su due piattaforme, il sito internet www.justmary.fun e il colosso mondiale Amazon

Panettone alla cannabis: gli ingredienti

Qualità assoluta, uvetta prima scelta, dalla calda Sicilia i canditi, olio CBD (cioè olio di canapa) e farina di canapa. Ecco tutti gli ingredienti per il panettone alla cannabis. Ovviamente il panettone è completamente legale e con la totale assenza di THC.

Leggi anche: dopo il fallimento, torna protagonista il pandoro Melegatti

panettone

Idea rivoluzionaria, pensata per un Natale più leggero

L’affermazione di Matteo Moretti, fondatore e amministratore di JustMary, porta a varie considerazioni sul tema:

L’esclusiva dell’idea – da sempre sono presenti e consumati sul mercato prodotti alimentari contenenti canapa. Pensiamo solamente a quanti oli, torte, caramelle, condimenti, hanno un minimo quantitativo di cannabis. Ma il primo panettone alla cannabis è italiano.

Il successo del panettone: I fondatori dell’idea sono sbalorditi dal successo: il panettone è richiestissimo. E assicurano che piace anche alle nonne. Sul sito della JustMary è garantita la consegna a casa entro 45 minuti dai riders dell’azienda milanese. Il costo è di 40 euro a panettone, la start up viaggia in utile operativo e ben saldo, grazie anche periodo boom per il mercato della canapa, favorito dalla legge del 2 dicembre 2016, n. 242, ossia ‘Disposizioni per la promozione della coltivazione e della filiera agroindustriale della canapa”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here