Negozio di abbigliamento: dall’apertura all’inaugurazione, tutto ciò che c’è da sapere

0
228

Ci sono tanti business che consentono di unire la passione per un determinato mondo alla volontà di avere successo mettendosi in proprio. In questo campo, una delle opzioni sicuramente più gettonate sono i negozi di abbigliamento. Naturalmente, trattandosi di un’attività non semplice e con tanta concorrenza, è importante avere le idee chiare prima di lanciarsi in questa avventura. Ecco perché oggi scopriremo insieme tutto ciò che c’è da sapere, dall’apertura fino all’inaugurazione.

Cosa serve per aprire un negozio di abbigliamento?

Chiaramente uno dei primi passi da compiere è l’apertura di una partita iva, anche forfettaria, così da mettere in regola la propria posizione nei confronti del fisco. In secondo luogo, bisogna seguire tutti i classici passaggi burocratici che riguardano qualsiasi attività, come l’iscrizione presso il registro delle imprese e la comunicazione di inizio attività. Anche l’iscrizione all’Inail e all’Inps fa parte di questo processo, e lo stesso discorso vale per l’ottenimento della licenza di vendita al dettaglio.

È ovvio che, trattandosi di step molto importanti, conviene sempre affrontarli con l’ausilio di un esperto in materia. Di contro, non esiste professionista che possa aiutare in un aspetto specifico, ovvero l’acquisizione di una mentalità da imprenditori. Quest’ultima risulta basilare per alcuni aspetti come l’analisi del mercato, la scelta della zona dove aprire il proprio negozio, lo studio dei competitor vicini e la scelta di una particolare nicchia (come l’abbigliamento di lusso o per bambini, ad esempio). Inoltre, bisogna scegliere la metratura del locale, il suo arredo e in linee generali tratteggiare un negozio che possa aiutare il brand appena nato.

Idee interessanti per inaugurare il proprio negozio

È vero che un libro non deve essere giudicato dalla copertina, ma l’inaugurazione da sola creerà una situazione già orientata verso un determinato percorso, sia esso positivo o meno. Il primo passo è definire il target dell’evento, e ovviamente bisogna anche definire un tema, cercando un’idea che possa colpire e rimanere così impressa a fuoco nei pensieri di chi parteciperà.

È ad esempio possibile fornire un piccolo omaggio come un gadget realizzato per l’occasione, utile per promuovere e per fidelizzare. Su alcune piattaforme online è possibile reperire portachiavi personalizzati con il logo dell’azienda, i quali possono diventare un ottimo oggetto di comunicazione e marketing aziendale. Inoltre, a proposito del marketing, si consiglia di sfruttare anche i canali online per pubblicizzare l’inaugurazione, come nel caso di social come Instagram e Facebook, oltre a TikTok.

È altrettanto importante organizzare un buffet e preparare un discorso accattivante e in grado di tenere alta la soglia di attenzione del pubblico, ma non deve essere troppo lungo. Infine, si suggerisce di provvedere all’installazione di alcuni elementi scenografici, utili come sempre per catturare l’attenzione e per differenziarsi dagli altri eventi simili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciotto − quattro =