Pescara: 3 neonati in terapia intensiva, sono nati col Covid: “Prima volta”

0
529
Virus respiratorio neonati,

Neonati terapia intensiva Pescara: è una novità per i medici, che si trovano ad affrontare questa drammatica situazione. Si tratta, infatti, dei primi casi di nascita con il Coronavirus. I tre bambini si trovano sotto la stretta sorveglianza di un’equipe di medici pronti a intervenire. La notizia è stata diffusa per la prima volta da ‘Adnkronos’. A riferirla è il direttore della Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale di Pescara, Susanna Di Valerio.

Ti consigliamo come approfondimento – Torre del Greco, bimbo annegato spinto da madre: “Credevo fosse disabile”

Neonati terapia intensiva Pescara: lo stato dei piccoli pazienti

Covid hospital BoscotrecaseGli ultimi giorni sono stati difficili per la terapia intensiva dell’Ospedale di Pescara. Tra quelle mura sono difatti giunti tre pazienti: si tratta di bambini con meno di un mese di vita risultati positivi al Coronavirus. “Dall’inizio della pandemia mai abbiamo avuto neonati affetti da Covid-19 con necessità di ricovero. Succede ora per la prima volta”, spiega Di Valerio. “Un primo bambino aveva appena 4/5 giorni di vita. È nato con il Coronavirus, un caso raro. La madre era negativa prima del parto, come risultava dal tampone, poi è diventata positiva. Lui è già stato dimesso. Gli altri due piccoli hanno 24 e 27 giorni di vita. Sono arrivati qui, con i genitori positivi, con difficoltà respiratorie e febbre. Li stiamo curando. Sono sottoposti a terapia ventilatoria, uno di loro con alti flussi, tramite una cannula.” Proprio per questo motivo, Di Valerio invita fortemente tutte le donne in gravidanza e le neomamme ad aderire alla campagna vaccinale.

Ti consigliamo come approfondimento – Padre uccide il figlio di 7 anni sgozzandolo, poi cerca di uccidere la moglie

Neonati terapia intensiva Pescara: ricoverato un bimbo di 9 mesi

neonato 370 grammi, neonati terapia intensiva pescaraTra i malati di Covid-19 risulta esserci anche un altro piccolo paziente. Si tratta di un bambino di nove mesi, ora tenuto presso il reparto di rianimazione di Pescara. Come spiega il direttore dell’Unità operativa complessa di Malattie Infettive di Pescara, Giustino Parruti, il piccolo è affetto da polmonite insterstiziale. La sua terapia prevede la ventilazione e per il momento non è stato intubato. Anche questa è una situazione rara, nonostante si possa osservare un lieve miglioramento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciotto + 16 =