Neonato pesa 370 grammi: nato 4 mesi prematuro, i medici lo salvano!

0
445
neonato 370 grammi,

Neonato 370 grammi, questo il peso alla sua nascita. La madre che ha partorito Lorenzo al Policlinico di Milano ora tira un respiro di sollievo. Tutto a causa di un parto prematuro avvenuto al quinto mese di gravidanza. Ciò ha comportato che il bambino nascesse senza aver a pieno sviluppato il suo corpo. Non poteva nemmeno piangere dato che i suoi polmoni non erano ancora al completo. Grazie ai medici però ora è salvo e pesa 3 chili.

Ti consigliamo come approfondimento – Neonato morto in mare la sera di Natale assieme ad altri 27 migranti

Neonato 370 grammi: il parto prematuro

bari chirurgo infarto, neonato 370 grammi,Al policlinico di Milano si è verificato un fatto piuttosto insolito. Una madre ha partorito suo figlio, Lorenzo, con quattro mesi d’anticipo. Di fatto il neonato fuoriuscito dalla madre pesava appena 370 grammi. Non poteva nemmeno piangere perché i suoi polmoni non si erano formati del tutto. Così come gli organi, non sviluppati, hanno comportato varie complicanze. Tra queste una grave perforazione intestinale. Per questo il bambino ha subito una serie di operazioni. Tuttavia, ora è salvo. L’operato dei medici gli ha salvato la vita. Adesso pesa 3 chili e finalmente può piangere la notte. Certi che la madre si sveglierà con un sorriso ogni volta.

Ti consigliamo come approfondimento – Neonato urina nel letto e coperta termica lo ustiona: non aveva il pannolino

Neonato 370 grammi: le parole del Direttore

cancro decreto rilancio camici, neonato 370 grammi,Un fatto così insolito non poteva rimanere nel silenzio. A parlarne infatti è il Direttore della chirurgia pediatrica del Policlinico di Milano, Ernesto Leva. “Storie come questa ci fanno innamorare ogni volta del nostro lavoro”, racconta con la luce negli occhi. “La sua incredibile forza di vivere ha permesso a Lorenzo di superare brillantemente le infezioni causate dalla perforazione intestinale”. Poi una breve pausa: “Per fortuna non ha sviluppato altre complicanze tipiche dei bambini di questo peso”. Insomma, tutto è bene quel che finisce bene. Nonostante ciò, c’è chi ancora ha delle riserve sui medici. Loro, tuttavia, continuano a salvare vite, tutto il resto è noia (come direbbe qualcuno).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 + sedici =