Napoli, miracolo per Vincenzino: il neonato ustionato riceve innesti cutanei

0
220
Neonato ustionato innesto

Neonato ustionato innesto: per il piccolo Vincenzino, ricoverato al Santobono per lesioni e ustioni gravi, è finalmente arrivato l’innesto cutaneo. L’intervento è riuscito e bisognerà aspettare per verificare l’attecchimento dei tessuti. Intanto, gli avvocati della madre hanno riferito che la donna si è avvalsa della facoltà di non rispondere.

Ti consigliamo come approfondimento – George Floyd, verdetto storico: l’agente Chauvin condannato all’unanimità

Neonato ustionato innesto: condizioni miglioramento

Neonato ustionato innestoNeonato ustionato innesto – Vincenzino, a soli 4 giorni di vita, è stato ricoverato d’urgenza all’ospedale Santobono di Napoli. Il neonato riportava gravi lesioni e ustioni, sia interne che esterne. Dopo un periodo di terapia intensiva, il piccolo ha riaperto gli occhi ed ha ripreso a respirare da solo. Il direttore generale dell’ospedale, Rodolfo Conenna, ha affermato che le cure procedono nella direzione giusta. Nelle ultime tre settimane, i medici sono stati a lavoro per realizzare gli innesti cutanei da impiantare. L’intervento è stato fatto in questi giorni ed ora sarà importante capire se gli innesti attecchiranno. In questo modo, il bimbo si avvicina alla guarigione completa.

Vincenzino, da più di un mese e ad un’età così tenera, lotta per vivere. E, a piccoli passi, ci sta riuscendo. Nonostante la strada sia ancora lunga, le sue condizioni migliorano leggermente giorno dopo giorno.

Ti consigliamo come approfondimento – Le prime donne laureate sono italiane: ecco le loro storie di emancipazione

Neonato ustionato innesto: continuano le indagini

Neonato ustionato innestoNeonato ustionato innesto – Sulla vicenda del piccolo Vincenzino le indagini sono ancora in corso. Il piccolo è giunto al pronto soccorso del Santobono, a soli 4 giorni di vita, con gravi lesioni. Non è ancora chiaro se siano state causate da detergenti non adeguati, come la candeggina, o dall’acqua bollente. Per i genitori, dal primo momento, è stato emesso un provvedimento di fermo per maltrattamenti.

Stando alle parole degli avvocati della madre del piccolo, Fabio Martullo e Gianluca Sperandeo, la donna si è avvalsa della facoltà di non rispondere. “È una situazione molto delicata. A noi pare in stato confusionale e sicuramente verrà disposta una perizia per accertare il suo stato di salute. Nei prossimi giorni proporremo istanza di riesame“. Così hanno dichiarato i legali a Fanpage.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 1 =