Blitz ai no vax, perquisizioni in tutta Italia: “Progettavano azioni violente”

0
109
no vax perquisizioni

Per i no vax perquisizioni a tappeto in tutta Italia da parte di Polizia postale e Digos. Già otto le abitazioni perquisite nella sola provincia di Milano. Nel mirino un gruppo Telegram che inneggiava ad azioni violente nella prossima manifestazione a Roma contro il Green pass. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Scoperto nuovo Gene contro Covid-19 e tumori all’Ospedale San Raffaele

No vax perquisizioni: le intercettazioni della Polizia postale 

no vax perquisizioni, Napoli incidente camion, campania esplosione commissariato,Tragedia funivia Stresa, Concorso Polizia Municipale Bacoli, Veggente tedesco Madeleine McCannLe perquisizioni sono iniziate questa mattina dopo un’attenta analisi delle chat online. Su Telegram si facevano chiamare “i guerrieri”. I più attivi del gruppo sono stati raggiunti questa mattina dalla Polizia Postale nelle proprie abitazioni. Oltre alla perquisizione nelle mura domestiche, i controlli più attenti sono stati quelli ai dispositivi elettronici. Tra le città interessate al blitz, Milano, Roma, Venezia, Padova e Reggio Emilia. Nel solo comune di Milano sono sotto indagine otto persone con l’accusa di istigazione a delinquere aggravata. Tra le accuse più gravi quella di star organizzando azioni violente per la manifestazione no green pass che si terrà a Roma tra l’11 e il 12 settembre. L’obbiettivo era quello di creare delle “armi fai da te” da utilizzare durante la manifestazioni contro i poliziotti. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Protesta di 400 sanitari no vax: “Noi cavie. Il vaccino è un esperimento!”

No vax perquisizioni: la manifestazione a Roma 

google down, no vax perqusizioni Secondo il rapporto stilato dagli inquirenti gli accusati volevano minare alla salute pubblica. “Azioni tese a mutare o condizionare la politica governativa e istituzionale in tema di campagna vaccinale.” Sempre dall’acquisizione dei messaggi tra gli iscritti al gruppo si parlava di una riunione imminente per organizzare le azioni da intraprendere durante il corteo a Roma. I più esaltati parlavano di “colpire obbiettivi istituzionali”. In un messaggio di un utente si legge “Vanno gambizzati. Due colpi secchi alle ginocchia.” La Digos e la Polizia Postale ha dichiarato che le perquisizioni continueranno nel corso della giornata corrente. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × 4 =