Covid-19: virus vinto in 24 ore con 2 farmaci da taschino. Scoperta epocale

0
225
nuovi farmaci antiCovid

Nuovi farmaci antiCovid scoperti in laboratorio. I due farmaci sono il Molnupiravir e l’AT-527. Sono ancora in fase di sperimentazione ma saranno molto probabilmente in commercio in autunno.

Ti consigliamo come approfondimento-Varianti Covid in aumento: ecco le più diffuse e pericolose

Nuovi farmaci antiCovid: farmaci da taschino

farmaci antiCovidGli scienziati dell’Istituto di Scienze biomediche della Giorgia State University hanno scoperto due farmaci antivirali che potrebbero aiutare a sconfiggere il Covid. I due farmaci passeranno a breve alla terza fase di sperimentazione e dovrebbero essere in commercio per l’autunno. Tali farmaci permettono di limitare il tasso di letalità del Covid-19. Tali farmaci andranno ad aiutare il sistema immunitario a spingere il tasso di letalità al di sotto di quelli dell’influenza stagionale. La notizia è stata anticipata dal virologo e responsabile del reparto di Malattie Infettive dell’ospedale Amedeo di Savoia di Torino, Giovanni Di Perri. Il virologo ha infatti detto che ci sono farmaci in grado di bloccare sul nascere la gravità dei sintomi del Covid-19. La ricerca scientifica ha portato alla creazione di farmaci da taschino da poter portare sempre con sé.

Ti consigliamo come approfondimento-Nuovo decreto Draghi: sì alle visite ai parenti dall’1 maggio, max 4 persone

Nuovi farmaci antiCovid in fase di sperimentazione

coronavirus scoperto enzima mascherineI due farmaci sono: Molnupiravir e AT-527. Il primo secondo le analisi potrebbe sopprimere completamente la trasmissione del virus entro 24 ore nei pazienti principalmente non ospedalizzati. Questo farmaco è già in fase avanzata e a breve dovrebbe passare alla terza e ultima fase di sperimentazione. Il secondo farmaco è un medicinale sviluppato per trattare l’epatite C. Essendo un farmaco antivirale ad azione diretta da somministrare per via orale potrebbe essere utilizzato nei pazienti con Covid-19. Tale farmaco, infatti, è stato progettato per impedire la replicazione virale interferendo con l’RNA polimerasi virale, componente chiave del Covid-19. Il farmaco è nella seconda fase di sperimentazione e dovrebbe poi passare alla terza. Grazie all’utilizzo di questi due farmaci il Covid sarà limitato, senza più devastare la nostra vita permettendoci di vivere. Non si penserà più ai bollettini dei contagi e ai decessi giornalieri.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sei + 7 =