Nuovi Orizzonti: Sant’Antonio Abate lotta per l’integrazione e conquista la Campania

0
792
Nuovi orizzonti

Il Forum dei Giovani di Sant’Antonio Abate si aggiudica il primo posto in graduatoria regionale per il bando Nuovi Orizzonti ponendosi all’attenzione della Campania per un progetto interprovinciale di lotta al superamento delle disabilità. Una storia di crescita, formazione e futuro, tutta da raccontare.

Nuovi Orizzonti – In cosa consiste il bando regionale?

Nuovi OrizzontiCon il bando Nuovi Orizzonti il Forum Regionale dei Giovani ha deciso di investire nei singoli Forum dei Giovani della Campania finanziando i 20 migliori progetti, provenienti dai Forum dei Giovani locali, che avessero a che fare con uno di questi temi:

  • mirare ad accrescere la consapevolezza di essere cittadini dell’Unione Europea e dei diritti che tale appartenenza comporta;
  • promuovere l’impegno dei giovani nella trattazione delle seguenti tematiche:
    – disoccupazione giovanile;
    – povertà ed emarginazione;
  • incoraggiare la creatività e lo spirito di imprenditorialità;
  • promuovere sani stili di vita, in particolare attraverso progettazione e programmazione di attività in spazi aperti e attività sportive non agonistiche.

Con 88 punti (sui 100 disponibili), il Forum dei Giovani di Sant’Antonio Abate, in partnership con diverse associazioni del territorio e con i Forum di Scafati, Lettere e Santa Maria La Carità, ha sbaragliato la concorrenza del resto della Regione con il progetto “SuperAbile“.

SuperAbile – Tra sport e disabilità

I ragazzi del Forum dei giovani di Sant’Antonio Abate hanno unito insieme un obiettivoNuovi orizzonti (quello dell’integrazione e della conoscenza della disabilità) con una ricchezza del territorio (la passione per lo sport, non a caso da poco si sono concluse le Olimpiadi Abatesi). Ne è nato un evento, premiato appunto dalla Regione, che si svilupperà in due giorni.

Protagonista della prima giornata sarà un incontro formativo, con esperti in materia. Si parlerà di sport, sana alimentazione e del ruolo che lo sport può avere per l’integrazione delle persone diversamente abili. Vi sarà poi una seconda giornata, durante la quale saranno organizzati giochi singoli, di gruppo e paralimpici. Le attività saranno a cura dell’associazione Osa Olimpiadi Abatesi, con l’aiuto dell’Associazione la Luce. Nella stessa giornata, vi sarà un’area dedicata alla Pet Therapy e all’ippoterapia; nel pomeriggio si svolgerà una partita dimostrativa di Baskin (una variante del basket appositamente studiata per l’integrazione dei giovani diversamente abili), grazie all’associazione Napoli Baskin.

Continuate a seguirci per ulteriori aggiornamenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

7 − uno =