Nuovo decreto in bozza: dal coprifuoco alle 24 alla ripartenza delle palestre

0
372
nuovo decreto draghi

Nuovo decreto Draghi si dovrà riunire in questi giorni in cabina di regia per discutere delle nuove regole che potrebbero essere approvate già da venerdì. L’attenzione principale verte sul coprifuoco, che potrebbe essere prorogato di almeno 2 ore. Atteso anche un nuovo calendario delle ripartenza per palestre, bar e ristoranti. 

Ti consigliamo come approfondimento -Vaccini, Ue e AstraZeneca verso la rottura: ecco cosa succederà

Nuovo decreto Draghi: le indiscrezioni sul coprifuoco 

nuovo decreto draghi Secondo le indiscrezioni di questa mattina, la principale novità del nuovo decreto riguarderà il coprifuoco. Dopo mesi di dibattito dovrebbe essere prorogato di una o addirittura due ore. Andrebbe quindi in vigore dalle 24 alle 5 del mattino. Una decisione che se accettata in fase finale dalla cabina di regia, dovrebbe entrare in vigore già da metà maggio. Se questa proroga dovrebbe essere approvata, l’obbiettivo finale  sarà quello di annullarlo definitivamente a partire dalla metà di giugno. Andando quindi ad annullare il precedente decreto che lo ammetteva fino alla fine di luglio. Una decisione che probabilmente servirà anche per agevolare la stagione estiva. Nella maggioranza alcuni partiti mirano ad un annullamento del coprifuoco serale già a partire dal mese di maggio. Una possibilità che però è stata già esclusa. 

Ti consigliamo come approfondimento – Vino annacquato: UE pronta a dare l’ok? Coldiretti furiosa: “Inganno legalizzato”

Nuovo decreto Draghi: le novità per palestre, bar e ristoranti 

stanchezza, nuovo decreto draghi Le palestre dovrebbero riaprire all’inizio del mese di giugno, permettendo attività fisica per la prima volta anche al chiuso. Resta un interrogativo invece la riapertura della piscine al chiuso. Dal 15 maggio potranno aprire quelle all’aperto, senza permettere però l’utilizzo delle docce. La cabina di regia dovrà decidere in base ai prossimi dati di monitoraggio settimanale e in base ai pareri del Cts se attuare un cambiamento rispetto al decreto precedente. Permettendo quindi una riapertura a giugno anche delle piscine al chiuso. Novità anche per bar e ristoranti che potranno da giugno aprire anche le sale interne. Secondo le indiscrezioni, si starebbe discutendo di permettere la consumazione al bancone, che per ora è tuttavia ancora vietata. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici + 14 =