Nuovo decreto quarantena: tutte le regole per chi è positivo o ha avuto contatti stretti

0
476
nuovo decreto quarantena, lockdown non vaccinati

Nuovo decreto quarantena: a seguito dell’impennata di contagi in Italia, che ha registrato ieri quasi 100mila positività, sono state disposte dal Governo importanti novità sulle restrizioni Covid, in particolare su quarantena e isolamento fiduciario. Il nuovo decreto non è ancora in vigore, ma si attende a breve la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e la successiva messa in atto delle recenti misure. A cambiare sono soprattutto le varie regole sulla quarantena: sia se si è risultati positivi; sia se si ha avuto contatti stretti con un positivo. Di seguito tutti i dettagli.

Ti consigliamo come approfondimento – Tamponi rapidi “fai da te”: uno su quattro è un falso negativo. Quali sono i test raccomandati?

Nuovo decreto quarantena: le nuove disposizioni per i positivi

Covid Napoli nuovo decreto quarantenaSecondo il nuovo decreto quarantena, per chi è positivo al Covid:

  • In assenza di sintomi, bisogna procedere con i 10 giorni di isolamento. Al termine del periodo stabilito, si potrà nuovamente uscire se il tampone finale dà un esito negativo. A tal proposito va chiarito che l’alterazione di sapori e odori non vengono considerati sintomi rilevanti;
  • Se invece si è sintomatici, bisogna comunque restare per 10 giorni in isolamento e chiaramente si potrà uscire con tampone finale con esito negativo, ma solo se trascorsi 3 giorni in assenza di sintomi.
Ti consigliamo come approfondimento – Menichetti vs No Vax: “Lockdown per i non vaccinati come in Germania!”

Nuovo decreto quarantena: le regole per contatti stretti con positivi

Covid dopo vaccino variante Mu nuovo decreto quarantenaDiverse sono invece le disposizioni per chi ha avuto contatti stretti con un positivo. Le regole cambiano in base alle vaccinazioni

  • Per chi è vaccinato con due dosi, ed ha ricevuto l’ultima dose da più di 4 mesi, sono stati disposti 5 giorni di quarantena. Al termine del periodo di isolamento, si potrà nuovamente uscire se si risulta negativi al tampone finale;
  • Per chi è vaccinato con booster, ovvero ha ricevuto la seconda dose da meno di 4 mesi o ha già effettuato la terza dose, la quarantena diventa una sorta di “autosorveglianza”. In questo caso infatti, non si dovrà restare in isolamento, ma si ha l’obbligo di indossare mascherine FFP2 e di effettuare, in caso di insorgenza di sintomi, un test antigenico rapido o molecolare al quinto giorno dall’ultimo contatto stretto. Se negativo, il periodo di autosorveglianza cesserà automaticamente;
  • Viceversa per chi non è vaccinato, sono disposti i canonici 10 giorni di quarantena dall’ultimo contatto stretto. Al termine del periodo, bisognerà effettuare un tampone finale e attendere l’esito negativo. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × uno =