Nuovo Dpcm: cosa cambia da oggi, lunedì 7 settembre

0
558
nuovo dpcm conte mes decreto stati generali, stato di emergenza, dpcm lockdown, giuseppe conte

Oggi, lunedì 7 settembre, entra in vigore il nuovo Dpcm che proroga i divieti fissati dal Governo Conte nel documento dello scorso 10 agosto. Tali misure restrittive saranno in vigore per tutto il mese corrente, con scadenza il 30 settembre.

Ti consigliamo come approfondimento – Covid-19: le 13 cose che il virus ha cambiato per sempre

Nuovo Dpcm: quali sono le misure in vigore?

Mascherine coronavirus, asd plajanumIl nuovo Dpcm non introduce nuove restrizioni né abolisce quelle precedentemente imposte. L’aumento del numero di contagi post ferie ha messo in allarme cittadini e istituzioni. Tuttavia, non sembra aver richiesto ulteriori misure preventive. Il decreto, dunque, conferma quanto già in vigore dal 10 agosto.

Resta obbligatorio e prioritario mantenere il metro di distanza e indossare la mascherina nei luoghi chiusi e all’aperto dove non può essere garantito l’opportuno distanziamento, rischiando di creare assembramento. Obbligatoria la mascherina anche sui mezzi pubblici, che viaggeranno con una capienza massima dell’80%. Gli scuolabus potranno invece viaggiare a capienza massima consentita qualora il tempo di permanenza dei ragazzi sul mezzo non superi i 15 minuti.

Ti consigliamo come approfondimento – Berlusconi positivo al Covid-19: il ricovero e le dichiarazioni dei familiari

Tamponi e riaperture

nuovo dpcm Covid-19 CoVFASTChi attendeva nuove riaperture – come quelle di discoteche e stadi – resterà deluso. I tifosi dovranno continuare a seguire la propria squadra del cuore dal divano di casa. Il rischio di assembramento dentro e fuori le strutture sportive e i locali da ballo resta elevato. Le coppie “internazionali” (composte da partner che vivono in Stati diversi) divise dalle precedenti disposizioni potranno ricongiungersi. Infatti, nel documento del nuovo Dpcm si legge: “è consentito l’ingresso nel territorio nazionale per raggiungere il domicilio, l’abitazione e la residenza di una persona, anche non convivente, con la quale vi sia una stabile relazione affettiva”.

Confermata anche l’ordinanza del Ministero della Salute del 12 agosto. Coloro che nei 14 giorni precedenti al rientro in Italia abbiano soggiornato o transitato in Croazia, Grecia, Malta o Spagna dovranno sottoporsi al tampone obbligatorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × due =