Nuovo Dpcm draghi

Nuovo Dpcm Draghi, preparata la bozza. Nell’anteprima del nuovo decreto, la novità è per barbieri e parrucchieri, che chiuderanno in zona rossa. La seconda novità, già preannunciata, è in merito alla riapertura di cinema e teatri, che avverrà a partire dal 27 marzo.

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli zona rossa? De Magistris riflette sulle opzioni

Nuovo Dpcm Draghi: le novità 

bar e ristoranti, nuovo spam draghi “Sono sospese le attività inerenti servizi alla persona”. Si tratta dei servizi di barbieri e parrucchieri, che non potranno aprire nelle zone rosse. É la prima novità che Draghi ha approvato nel nuovo Dpcm. Il decreto sarà messo in vigore il 6 marzo e durerà fino al 6 aprile, quindi comprendendo anche Pasqua. Le altre attività che continueranno a restare chiuse sono palestre e piscine. “Sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali”. Un provvedimento che segue le orme dei vecchi decreti. Invariate anche le restrizioni per i ristoranti, che non potranno aprire di sera come si era sperato, ma chiuderanno alle ore 18.00. Per quanto riguarda la scuola invece, le superiori potrebbero rimanere in presenza al 50%. La decisione definitiva verrà presa dopo il confronto con il Cts, che esporrà al Governo la situazione varianti. 

Ti consigliamo come approfondimento – Apertura cinema e teatri, il Cts dice “Sì”: “Riapriranno il 27 marzo!”

Nuovo Dpcm Draghi: musei, cinema e teatri aperti 

apertura cinema, Nuovo Dpcm draghi La seconda novità, che era già stata anticipata, è la riapertura di musei, cinema e teatri, a partire dal 27 marzo. Si tratta di una data simbolica, in quanto è la Giornata Mondiale del Teatro. Tuttavia in merito a questa decisione l’Atip (Associazione Teatri Italiani Privati) ha divulgato un comunicato stampa in cui si dice contrario. “Il clima d’incertezza, l’assenza di un protocollo sanitario specificale restrizioni ancora presenti e la riduzione delle capienze impediscono di poter tornare a lavorare in sicurezza nei teatri”. Seppur una riapertura è stata sempre sperata dal mondo dello spettacolo, le modalità tuttavia non soddisfano. Resteranno invece chiusi, anche nelle zone bianche, fiere e discoteche.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tredici + dieci =