Nuvenia rompe i tabù del ciclo: arriva la campagna #bloodnormal

0
1986
nuvenia

Nuvenia, nota marca di assorbenti igienici, ha dato vita a un nuovo spot pubblicitario che tende a rompere quelli che sono i tabù sul ciclo mestruale. La demonizzazione delle mestruazioni e tra i più nocivi retaggi culturali che abbiamo interiorizzato, e al giorno d’oggi è evidente che la situazione è sempre più insostenibile. Per cercare di contrastarla il brand, che fa parte dell’impero Essity, azienda leader mondiale nei settori dell’igiene e della salute, ha scelto il terreno della comunicazione. Da qui nasce sui social un nuovo hashtag #bloodnormal e una campagna ad hoc.

Ti consigliamo come approfondimento – Tampon tax: la rivoluzione gentile dell’università di Salerno

Nuvenia, un semplice clip per dire che tutto è normale

La campagna provocatoria, realizzata da Amv Bbdomira a rendere normali le mestruazioni, attraverso la rappresentazione di una serie di scenari realistici.

Lo slogan di Nuvenia è semplice e conciso: Periods are normal. Showing them should be too – Le mestruazioni sono normali. Anche mostrarle dovrebbe esserlo.

Una semplice clip di venti secondi in cui vengono mostrate quattro scene diverse:

  • Una mano che versa una fiala di sangue su un assorbente;
  • Un uomo che acquista al supermercato un pacchetto di assorbenti;
  • Una donna che si rilassa in piscina su un materassino a forma gonfiabile a forma di assorbente;
  • Una donna sotto la doccia con le gambe sporche di sangue.

Il video inizia con le immagini del sangue, principale elemento del ciclo mestruale. In seguito invita a superare quelli che sono i classici comportamenti d’imbarazzo e timidezzanascondere con cura l’assorbente, avere il terrore di sporcarsi o addirittura cambiarsi o evitare di far sapere che si ha il ciclo per evitare commenti quasi denigratori.

Traci Baxter, responsabile marketing di Essity, ha dichiarato “Crediamo che – come ogni altro tabù – più la gente lo vede, più il soggetto diventa normale”.

Ti consigliamo come approfondimento – La period poverty: criticità e misure per contrastarla

Contro i tabù nei palinsesti italiani

nuveniaDa sempre Essity, presente in Italia con, tra gli altri, i marchi Nuvenia e Tena, crede nella lotta contro i tabù legati al mondo femminile. La collaborazione con la campagna di Nuvenia è la dimostrazione della volontà dell’azienda di parlare in modo schietto e diretto. Fornire una comunicazione forte, che possa portare ad aprire dibattiti; rompere tabù e creare un dialogo su un argomento che dovrebbe essere trattato in tutta naturalezza.

Stando a un’intervista rilasciata da Nuvenia (Essity), i palinsesti Tv italiani hanno valutato positivamente la messa in onda dello spot pubblicitario, senza dimenticare il codice dell’autodisciplina pubblicitaria.

Ti consigliamo come approfondimento – Sindrome premestruale maschile: anche gli uomini hanno il ciclo

Tra mestruazioni e narrazioni

Ancora oggi, avere le mestruazioni comporta una sorta di vergogna. Da sempre le mestruazioni sono state considerate un tabù. Chiamate “le rosse”, “le mie cose” e mai col nome appropriato, nel tempo, attorno il mistero del ciclo mestruale sono nate varie credenze. Non poter avere rapporti sessuali, il non poter rimanere incinta durante le mestruazioni. Percezioni e dicerie che nel tempo hanno sempre marchiato la donna, amplificando la differenza di genere.

Nonostante il grado maggiore di emancipazione, se sentiamo la parola “mestruo” ci sentiamo in imbarazzo. Ma è del tutto normale. Basti pensare che una donna ha il ciclo per circa 2400 giorni nell’arco della propria vita. È naturale e necessario: sono gli ormoni che regolano la produzione delle cellule uovo ed è l’endometrio che, pronto per accogliere il feto, non trovandolo si sfalda.

È per questo che bisogna educare. Educare e imparare che le mestruazioni sono normali e anche mostrarlo deve esserlo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

7 + 7 =