Nuova frontiera delle offerte in chiesa: è possibile pagare senza contanti

0
164
Offerte chiesa pagamenti digitali

Offerte chiesa pagamenti digitali: ecco la nuova frontiera digitale per le offerte durante la messa. In alcune chiese è stato introdotto il pagamento digitale delle offerte tramite telefono, app e Qr code. L’app utilizzata è SatisPay.

Ti consigliamo come approfondimento-Dopo NoVax e NoPass nascono i NoPos: coloro che vogliono pagare solo in contanti

Offerte chiesa pagamenti digitali al posto del cestino

Il pagamento elettronico è sempre più utilizzato, anche le chiese hanno voluto essere al passo dei tempi. Infatti, per ricevere le offerte sarà possibile utilizzare il pagamento digitale.  Il cestino è ormai obsoleto, come la borsa di velluto rosso, quella con il manico lungo, con cui i chierichetti giravano di banco in banco raccogliere le offerte durante la messa. Il coronavirus ha cancellato quel momento di contatto tra i fedeli per la pace ma sta cambiando anche altro. Per donare sarà necessario usare il telefono, aprire l’app SatisPay, inquadrare il Qr Code e scrivere la cifra desiderata. Le offerte si possono così lasciare prima della messa, quando si va via o il mattino dopo mentre vai a fare la spesa. I cestini non scompariranno ovunque ma questo rappresenta il prima passo del cambiamento digitale della chiesa.

Ti consigliamo come approfondimento-In Italia aumentano i pagamenti senza contanti: il cashless è veloce e sicuro

Offerte chiesa pagamenti digitali introdotto a Torino

Italia pagamenti digitaliLa chiesa che introdotto questa novità è Santa Giulia a Torino. Il vice parroco, Don Paolo Pietroluongo, non si tira indietro di fronte alle novità e ha pensato a questa novità. Don Paolo ha dichiarato: “Ad un certo punto ci siamo accorti che i parrocchiani giovani non davano più nulla. Non per cattiva volontà, ma perché hanno sempre meno monete in tasca. Pagano con la carta oppure con le app: le monete non le hanno più. Da qui è partito il ragionamento che ci ha portato alla novità.” Il parroco di santa Giulia, don Gianluca Attanasio, ha accettato la proposta. Con l’app non si verifica nessun problema di privacy. Infatti, il sistema registra soltanto il nome di chi ha versato, non il cognome. Non tiene tutto in memoria. E nessuno paga commissioni.

Ti consigliamo come approfondimento-Addio ai contanti, arrivano i microchip sottocutanei: sarà possibile pagare con la mano

Offerte chiesa pagamenti digitali: SatisPay

Dalla Pagina Facebook ufficiale di SatisPay

Satispay è una app per pagamento elettronico, nata nel Cuneese e diventata popolarissima, almeno nel Nord Ovest, dal Piemonte alla Lombardia alla Liguria. Il no profit è entrato, di conseguenza, negli interessi della società. In merito ne ha parlato Marcello Marazzi, Country Manager Italia di Satispay. Marazzi ha dichiarato: “Il modello innovativo su cui si fonda il nostro sistema di pagamento ci consente di effettuare e incassare anche piccole somme. Tutto nasce dall’originale intuizione che fosse necessario trovare un sistema di raccolta anche di micro donazioni immediato, economico e non dispersivo. Questi sono gli elementi che hanno portato la società, fin dalla nascita, ad avere un forte impegno su quest’ area”. Ormai il mondo sta cambiando. Dalle donazioni ad associazioni grandi e piccole attraverso l’applicazione made in Piemonte al suo utilizzo in chiesa il passo è stato breve. I Questi pagamenti stanno diventando la nostra quotidianità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

12 + quattordici =