Omicidio a Ercolano, l’accusato chiede scusa: “Non volevo ucciderli”

0
1188
omicidio Ercolano, donna uccisa marito

Omicidio Ercolano parla il proprietario della villetta che ha sparato i sei colpi che hanno ucciso i due ventenni fermi in una macchina. Tramite il suo legale l’uomo si dice dispiaciuto e chiede scusa alle famiglie delle due vittime. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Ercolano, due giovani uccisi: scambiati per ladri dopo una partita di calcetto

Omicidio Ercolano: l’ufficializzazione del fermo 

omicidio Ercolano, Napoli incidente camion, campania esplosione commissariato,Tragedia funivia Stresa, Concorso Polizia Municipale Bacoli, Veggente tedesco Madeleine McCann, Napoli bambino caduto, Verona mamma uccide figlie,L’omicidio è avvenuto nella giornata di ieri a Via Marsiglia, una strada periferica del comune di Ercolano. L’uomo accusato è un autotrasportatore di 56 anni, Vincenzo Palumbo. Le vittime di 26 e 27 anni, Giuseppe Fusella e Tullio Pagliaro si trovavano nella loro auto. Il veicolo era fermo davanti la casa dell’uomo. Secondo la prima dinamica degli inquirenti il 56enne avrebbe preso i due ragazzi per ladri e uscendo dalla propria abitazione avrebbe sparato all’interno della macchina colpendoli alla testa e uccidendoli sul colpo. L’uomo sin da subito ha parlato di legittima difesa in quanto aveva già ricevuto dei furti. Diversi dettagli però sembrano sdoganare questa tesi. Gli inquirenti si soffermano in particolare sul numero dei colpi esplosi. Ben 6. Tutti andati a segno nella macchina dei due ragazzi, che sono stati colpito alla testa. La Procura ha confermato il fermo per l’uomo accusato ora di duplice omicidio volontario. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Sindaco vieta alle donne di indossare minigonne e scollature in pubblico

Omicidio Ercolano: parla il legale dell’accusato 

Riforma, omicidio Ercolano Nella mattinata di oggi, il legale dell’accusato, Francesco Pepe ha rilasciato delle dichiarazioni ufficiali alla stampa. “ Il mio assistito è enormemente dispiaciuto del tragico epilogo, chiede scusa ai familiari. È profondamente addolorato. Si resta in attesa che le Autorità Giudiziarie facciano il loro decorso.” I familiari delle vittime non riescono a darsi pace. “Come si fa a perdere un figlio in questo modo? Una morte veramente assurda per due ragazzi. Mio nipote stava preparando la tesi e si stava per laureare.” Questo ha brevemente dichiarato il parente di uno dei ragazzi ieri pomeriggio davanti le telecamere.