Open Arms, Procura di Palermo: “Salvini a rinvio, fu sequestro di persona”

0
156
Open arms Salvini
Fonte: Ansa

Open Arms Salvini rinvio a giudizio? La richiesta parte dalla Procura di Palermo che accusa l’ex ministro degli Interni. Accusa di sequestro di persona e rifiuto d’atti d’uffici, per aver lasciato in mare 147 migranti trasportati dall’ong Open Arms. Il capo procuratore Francesco Lo Voi è appoggiato dal comune palermitano, che si dichiara parte civile. Salvini replica la difesa del caso Gregoretti, dichiara di aver fatto l’interesse dell’ordine pubblico.

Ti consigliamo come approfondimento – Reddito di Emergenza proroga per 4 mesi. L’ipotesi nel Decreto Sostegno

Open Arms Salvini accusato dalla Procura di Palermo per sequestro di persona

Open Arms Salvini
Fonte: ANSA

Salvini ritorna nell’occhio del ciclone. La Procura di Palermo torna sul caso Open Arms: “Fu sequestro di persona“. Il capo procuratore Francesco Lo Voi chiede il rinvio a giudizio. Il leader del Carroccio è accusato di rifiuto di atti d’ufficio e di sequestro di persona per aver trattenuto in mare 147 migranti, per sei giorni. Accadeva nell’agosto 2019, quando la nave dell’omg spagnola fu bloccata nel Mediterraneo con il divieto di attracco nel porto di Lampedusa. La procura si rafforza con la decisione dell’Onu che il 29 gennaio 2021 che sulla questione ha condannato l’Italia. Il Comitato per i diritti umani accusa il nostro Paese di mancanza di soccorso fuori dalle acque italiane.

Salvini si presenta in tribunale dichiarando sui social poco prima: “Buongiorno e buon sabato da Palermo, Amici. Pronto all’udienza in tribunale come “sequestratore di persona”: ieri, oggi e domani sempre a difesa dell’Italia. Grazie di esserci, non si molla mai“. L’udienza si è tenuta nell’aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo, per il giudice Lorenzo Jannelli le alternative potranno essere due: rinvio a giudizio o proscioglimento.
Il Procuratore Lo Voi in aula: “Non vedremmo come in un caso come questo non si possa chiedere il rinvio a giudizio. Non c’era alcuna condivisione, la decisione era esclusivamente del ministro dell’Interno, il quale come dicono i testi, la prendeva e ne portava a conoscenza, come dice Luigi Di Maio, generalmente con un Tweet o altre forme di pubblicazione solo successivamente gli altri componenti del governo“.

Ti consigliamo come approfondimento – Draghi oggi sul Decreto Sostegni: “Più soldi possibili in breve tempo”

Open Arms Salvini rinviato a processo? Tra accusa e difesa.

Open Arms Salvini
Fonte: OpenArms.es

Salvini si difende come accadde per il processo Gregoretti. Ha richiesto di fare dichiarazioni in aula, chiamando in causa il ministro Luciana Lamorgese. “Ha adottato le stesse modalità operative“; ma poi aggiunge: “Sono l’unico che sta pagando per tutti, io che garantivo la sicurezza dei confini e l’ordine pubblico.” Le ragioni del leader della Lega si esplicano maggiormente verso il comandante dell’Open Arms: “Fu lui a rifiutare di trasbordare 39 migranti, in area Sar maltese, su una nave de La Valletta. Giorni dopo il 18 agosto 2019, le autorità spagnole assegnarono ad Open Arms un porto di sbarco ad Algeciras, ma il comandante rifiutò questa soluzione. Io sono qui imputato mentre il capitano non è andato in Spagna e ha rifiutato i porti.” Salvini dice di aver operato per il bene dell’ordine pubblico, una difesa che, però, suonerebbe vana.

Poco dopo, le dichiarazioni del Carroccio, al termine dell’udienza preliminare sono state: “La procura di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio e il processo contro di me per sequestro di persona, 15 anni di carcere la pena prevista. Preoccupato? Proprio no. Sono orgoglioso di aver lavorato per proteggere il mio Paese rispettando la legge, svegliando l’Europa e salvando vite. Se questo deve provocarmi problemi e sofferenze, me ne faccio carico con gioia. Male non fare, paura non avere“. Per l’accusa la responsabilità era nelle mani del ministro degli Interni durante il Conte I. “Il presidente Conte ha spiegato che non si è mai discusso in consiglio dei ministri dei singoli casi e ancora meno della concessione del porto sicuro alle navi delle Ong.”

Sono state citate le dichiarazioni depositate durante il caso Gregoretti. Non solo, si ricorda la lettera datata 14 agosto 2019, nella quale il premier Conte chiedeva di adottare misure d’emergenza per la presenza di minori sull’imbarcazioneAccusato, dunque, di sequestro di persona e rifiuto di atti d’ufficio. Lo Voi conclude: “L’accusa è sostenibile in giudizio, si chiede il rinvio a giudizio per entrambi i reati così come configurati“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 4 =