Ennesima morte sul lavoro, operaio schiacciato da una ruspa: aveva 68 anni

0
505
Operaio 36enne muore, ascensore operaio morto

Operaio morto durante il suo turno di lavoro. La tragedia in un’impresa a Guastalla in provincia di Reggio Emilia. La vittima è un impiegato di 68 anni che è deceduto questa mattina all’inizio del suo turno lavorativo. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Incredibile: allergica all’acqua 25enne non può bere, lavarsi, sudare o piangere

Operaio morto: l’incidente di prima mattina

Napoli ASIA concorso, Comitato lavoratori fragili, operaio morto La tragedia si è consumata nell’impresa Bacchi, azienda vicino al Po addetta alle costruzioni. L’uomo di 68 anni aveva da poco iniziato il suo turno di lavoro. La tragedia si è consumata alle nove di questa mattina. Il 68enne si trovava nella zona ricostruzioni, addetto alla guida dei camion. Secondo la prima ricostruzione la vittima non si trovava ancora sul camion, ma comunque vicino al veicolo. Un suo collega che si trovava alla guida di una ruspa per caricare il veicolo con nuova sabbia, non avrebbe visto l’uomo e lo avrebbe schiacciato con la ruspa. Sul posto Polizia e paramedici, questi ultimi purtroppo avrebbero solo potuto accertare il decesso dell’uomo. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Entra alle Poste e rapisce un anziano in fila: arrestata 20enne del posto

Operaio morto: l’ennesimo incidente sul posto di lavoro 

lavori più richiesti reddito di emergenza, operaio morto Mentre la Polizia indaga sulla dinamica dell’ennesimo incidente sul lavoro, i residenti della zona denunciano come la morte del 68enne sia stata preceduta solo due giorni fa da un altro decesso simile. É successo nell’azienda agricola Albarossa di Olmo di Gattatico, situata a soli 30 chilometri da Guastalla. La vittima di due giorni fa era il titolare della struttura di 67 anni. L’uomo è stato schiacciato da uno strumento di costruzione mentre lavorava in un capannone.

Ti suggeriamo come approfondimento –  Incidente pullman a Mestre, il primo soccorritore: “Senza parole, la gente si fermava a scattare foto”

Operaio morto: le dichiarazioni sul web 

aifos, operaio morto Dopo l’annuncio dell’inail riguardo i dati annuali sulle morti e gli infortuni sul lavoro, la ministra delle Politiche sociali e del Lavoro commenta i dati. “Nel fascicolo che il ministero porterà alla prossima Legge di Bilancio chiederò uno sblocco di una parte dell’avanzo di amministrazione corrente dell’Inail per sostenere ancora di più la formazione e soprattutto tutti quegli investimenti in materia di prevenzione dei rischi e di applicazione della normativa per la sicurezza”.