Ottobrata record, temperature da record nelle città: toccati e superati i 30°

0
541
Ottobrata record

Ottobrata record: le temperature di questi primi giorni di ottobre sono da record. Le giornate sembrano estive piuttosto che autunnali con temperature anche oltre i 30 gradi. Tale fenomeno di aumento delle temperature è strettamente collegato al cambiamento climatico di cui si parla da anni.

Ti consigliamo come approfondimento-Italia, settimana prossima previsti picchi di caldo fino a 40° al Sud

Ottobrata record: picchi oltre i 30 gradi

Apocalisse caldo anticiclone africano,Caldo anomalo, picchi oltre i 30 gradi e giornate assolate, più estive che autunnali. Ottobre è iniziato con un’ondata di caldo senza precedenti, destinata a durare per diversi giorni. Una “ottobrata” più lunga del solito che, al di là di alcune deboli eccezioni. Avremo tempo stabile e delle temperature molto superiori alle medie stagionali. La causa del caldo record registrato è la risalita di correnti calde e umide di origine tropicale. Domenica 1° ottobre a Firenze sono stati raggiunti i 33,2 gradi di Firenze. Solitamente a ottobre abbiamo sempre assistito al passaggio di perturbazioni atlantiche, in grado di portare un calo delle temperature. Non sono mancati i periodi secchi, ma la dinamica sta cambiando. I fenomeni caldi sono più frequenti, lunghi e stabili. Impediscono il transito delle perturbazioni, che quindi vanno a interessare di più il Nord Europa, lambendo debolmente il nostro Paese.

Ti consigliamo come approfondimento-Emergenza caldo: Asl Napoli 3 potenzia i servizi e consiglia come difendersi

Ottobrata record: piccola pausa ma non su tutta Italia

Italia ondata caldoIn passato succedeva, ma con frequenza e durata differente. Si verificavano ei picchi a ottobre, ma duravano soltanto uno o al massimo due giorni, non dieci. Una piccola pausa da questa “estate bis” arriverà tra mercoledì 4 e giovedì 5 ottobre, un’incursione non troppo lunga che dovrebbe riguardare soprattutto il Nord Italia. Escluse queste eccezioni che coinvolgeranno il Nord, l’anticiclone continuerà a imporsi, accumulando vigore nel corso del prossimo fine settimana. Le piogge porteranno nelle zone interessate un leggero calo delle temperature, ma si tratta soltanto di una breve pausa. Tra giovedì e venerdì il fronte perturbato si allontanerà, lasciando nuovamente campo libero all’anticiclone. Sabato 7 ottobre è previsto un nuovo aumento delle temperature, che torneranno ancora sopra la media, ma non sarà la fine di questa ondata. Al netto di sorprese ed eccezioni, il caldo potrebbe durare almeno per tutta la prima decade di ottobre.

Ti consigliamo come approfondimento-Sì, in Europa farà sempre più caldo (e questa è una notizia terribile)

Ottobrata record: effetti del cambiamento climatico

global strike climate change caldoQuando si parla di meteo pazzo e temperature oltre le medie è inevitabile pensare all’enorme problema dei cambiamenti climatici. Gli anticicloni ci sono sempre stati, così come le giornate calde a ottobre. Ma il problema è che adesso stanno aumentando di frequenza e intensità a causa del riscaldamento globale. Quello del clima è un tema delicato che richiederebbe dati storici più ampi, ma i segnali ci sono tutti. Gli episodi freddi non mancano, ma sono sempre più rari e brevi. Basta pensare all’estate appena conclusa: un giorno di freddo con neve il 28 agosto arrivato dopo due settimane di caldo. Poi abbiamo avuto un settembre ancora afoso, sempre con qualche debole interruzione, prima di arrivare all’inizio di ottobre. Perturbazioni ed episodi freddi sempre meno frequenti, che hanno pochi effetti se arrivano dopo lunghi periodi afosi.

Il pianeta si sta scaldando e, secondo gli esperti, il Mediterraneo è uno degli hotspot in cui si registrano le maggiori variazioni. Anomalie climatiche che potrebbero diventare la normalità, come l’estate in autunno.