Omicidio shock: padre spara al figlio e lo uccide. Arrestato dai militari

0
191
padre spara figlio

Padre spara figlio e lo uccide. È successo ieri pomeriggio nella casa dei due, un luogo che spesso li aveva visti litigare. A testimonianza delle liti ci sono anche i vicini, i quali hanno fornito la versione dell’accaduto alle Forze dell’Ordine. Tante grida furibonde, poi uno sparo.

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli, striscioni per il rapinatore del Rolex morto: “Persona fantastica!”

Padre spara figlio: i vicini lanciano l’allarme

padre spara figlioLa scena del crimine è una villa della frazione di Roncitelli, nella periferia di Senigallia, in provincia di Ancona. È accaduto durante il pomeriggio di ieri, lunedì 29 marzo, intorno alle 17:45. Uno dei vicini di casa ha assistito all’intera storia dell’orrore, per poi invocare l’aiuto della Polizia e raccontare l’accaduto. Il ragazzo, Alfredo Pasquini, giovane di 27 anni, avrebbe iniziato a inveire contro l’automobile del padre in procinto di parcheggiare. Il litigio è iniziato da lì, diventando man mano più infuocato e assordante. Poi lo sparo. L’assassino, il 73enne Loris Pasquini, ha usato volontariamente la propria pistola per far del male al proprio figlio. Il colpo è finito nella gola della vittima, lasciandola agonizzante. Una volta sul posto, gli agenti hanno dovuto bloccare l’intervento dell’elisoccorso che li stava raggiungendo. Alfredo è morto prima che qualcuno potesse aiutarlo a combattere per la vita.

Ti consigliamo come approfondimento – Caserta, lega il figlio con guinzaglio e lo picchia con un ferro. Arrestato

Padre spara figlio: la testimonianza del vicino di casa

padre spara figlioNella villetta di famiglia era presente anche un’altra persona. Si tratta della seconda moglie di Loris Pasquini la quale, tuttavia, non è stato in grado di parlare con i militari. È caduta, infatti, in un grave stato di shock. Le Forze dell’Ordine si sono affidate dunque alla versione di un vicino di casa, lo stesso che ha telefonato al 118. Stando alle sue parole, i litigi in quell’abitazione erano all’ordine del giorno e diventano sempre più furenti. I motivi non sono mai stati specificati, ma tra padre e figlio non scorreva affatto buon sangue. Il 73enne è stato prontamente arrestato dai militari e verrà interrogato da autorità giudiziarie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × tre =