Covid, caso trentenne morta: la famiglia presenta un esposto alla Procura

0
218
trentenne morta

Il padre di Katia Lamberti, la trentenne morta a Ferragosto probabilmente a causa delle conseguenze legate al Covid, ha presentato un esposto. Il motivo è quello di comprendere cosa abbia determinato la morte della ragazza. In quarantena da diversi giorni perché risultata positiva, le condizioni di Katia sono peggiorate. Fino a quando il ricovero non è risultato necessario.
C’è qualcosa, però, che non convince il genitore, soprattutto alla luce di quello che ha scoperto riaccendendo il cellulare della figlia.

 Ti consigliamo come approfondimento – Muore di Covid infermiere vaccinato doppia dose. Contagiato in vacanza

Il padre della trentenne morta: “Katia avrebbe dovuto essere ricoverata”

trentenne mortaCome si apprende dal Corriere di Firenze, il padre della ragazza non è convinto su alcuni aspetti. Infatti, ritiene che le condizioni della figlia non siano state giudicate correttamente. Questa convinzione è alimentata anche da quello che l’uomo ha scoperto  alla riaccensione dello smartphone della figlia. Katia, infatti, nei giorni precedenti alla morte, si è rivolta più volte al medico con messaggi e chiamate.

Quando abbiamo riacceso il telefono di mia figlia abbiamo ritrovato oltre 20 telefonate. Inviate fra il 10 e il 14 ai dottori che avrebbero dovuto occuparsi di lei”, ha detto il genitore al Corriere di Firenze. “Alcune di queste” ha poi continuato, “senza risposta, altre dalla durata anche di 25 minuti. Noi di questo non sapevamo nulla. Katia non voleva farci preoccupare e all’inizio non ci ha detto esattamente quali fossero le sue condizioni di salute. Ma i dottori – dice l’uomo – ne erano perfettamente a conoscenza: Katia avrebbe dovuto essere ricoverata. Ad un certo punto è gonfiata in viso e sulle palpebre, ma non è stata ospedalizzata come invece avevano chiesto lei e il suo compagno”.
Nei messaggi che la donna ha mandato al suo medico: “Ho bisogno urgente di parlarle”

 Ti consigliamo come approfondimento – Napoli: intera famiglia muore di Covid-19. Nessuno di loro era vaccinato!

Il contenuto dell’esposto

covid, strage funivia eitan, trentenne mortaIl padre di Katia Lamberti, quindi, ha presentato un esposto per mettere in chiaro alcuni punti di questa vicenda. Nel documento il genitore chiede anche di fare chiarezza sull’intervento di chirurgia estetica a cui la giovane si era sottoposta a Firenze nel mese di luglio. Al momento dell’operazione non era ancora vaccinata. Questo per capire se c’è una qualche correlazione con l’operazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

13 − tre =