Maltempo, la pioggia devasta il Sud: a Palermo danneggiati palazzi e aeroporto

0
794

Palermo, maltempo nella notte che ha creato diverse problematiche. Le raffiche di scirocco, anche oltre 80 kilometri orari, hanno danneggiato non solo alberi questa volta. Manti stradali, palazzi, chiese, persino l’aeroporto Falcone Borsellino. Notte d’inferno per i vigili del fuoco, con un po’ di “tranquillità” nella mattinata dopo un corposo rovescio.

Ti consigliamo come approfondimento –  Draghi “L’Italia è richiesta come garante della pace tra Russia e Ucraina”

Palermo maltempo: palazzina crollata e danni in città

italia; palermo maltempo
Foto da pensieriscossi.blogspot.com

Quando spira sulla Trinacria, lo scirocco porta sempre con sé tanti danni. Solitamente alle colture, sovente alla respirabilità dell’aria. Qualche volta porta con sé un significativo maltempo. Questo è stato il caso della scorsa notte: raffiche di vento oltre i 64 nodi hanno causato danni considerevoli alla città.

Nel quartiere del Borgo Vecchio uno dei danni più significativi. Una palazzina in via Ximenes è parzialmente crollata, causando danni a un appartamento e ad un magazzino. Il crollo avrebbe coinvolto una facciata e il pavimento dell’intero primo piano. Fortunatamente nessun morto a seguito del crollo: la fatiscente palazzina pare che fosse in quel momento disabitata.

Disagi anche all’ingresso e all’uscita di Palermo, con la A19 intralciata da imponenti alberi sradicati dal vento. Tra lo svincolo Giafar e Villabate, un albero ha occupato l’intero manto stradale impendendo la circolazione. Via Messina Marine, via Oreto, foro Italico e via Francesco Crispi rese impraticabili per ore a causa dello sradicamento di molti arbusti e di molti altri rami, palme e cocci di vasi sparpagliate sul manto. Danni, non ancora quantificati, anche nei siti cimiteriali.

Quando piove sulle pecore piove anche sul pastore. Il maltempo non ha lesinato danni neppure alle chiese. Il vento ha infatti sradicato, nella notte, una palma nel cortile interno della chiesa di san Vincenzo de Paoli – parrocchia di sant’Antonio. La chiesa centrale del quartiere Arenella, peraltro, aveva quel solo arbusto. La caduta ha danneggiato parte della recinzione e del muro di cinta del campetto, rimesso a nuovo pochissimi anni fa. “Per la grazia di Dio a quest’ora non transita nessuno! Un vento così mai visto”, ha scritto nella notte sui social don Francesco Di Pasquale, parroco che ha risollevato la parrocchia.

Ti consigliamo come approfondimento –  Sesso e serie TV: ecco le 5 che proprio non puoi perderti

Palermo maltempo: divelta una parete dell’aeroporto e voli dirottati

italia; palermo maltempoSe in città le cose sono andate male, in aeroporto le cose sono andate anche peggio. Intorno alle dieci e mezza, la violenza del vento ha fatto saltare delle porte a vetri e una parete in cartongesso alla presenza di personale e civili in aeroporto. Il crollo ha seminato il panico, mentre l’ente aeroportuale ha attivato le procedure del piano d’emergenza. Evacuati i passeggeri in attesa, l’aeroporto è stato chiuso fino alle due meno un quarto. “Si è creato un effetto camino che ha abbattuto la parete in cartongesso”, scrive in una nota lo scalo.

Non solo problemi “infrastrutturali”: il vento ha impedito diversi arrivi e partenze. Dirottati sul “Fontana Rossa” di Catania cinque voli, tra cui uno proveniente da Pisa e uno da Trieste.
Dirottato su Lamezia il volo proveniente da Marsiglia. Otto, invece, i voli cancellati. Il ritorno a condizioni atmosferiche tollerabili in mattinata ha permesso alle compagnie aeree di riprendere il proprio traffico sul “Falcone Borsellino” in maniera regolare. Come se nulla fosse successo. Ma qualcosa è successo. Nella notte, l’apocalisse si è abbattuta su Palermo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × 1 =