Pallavolista nazionale truffato per 15 anni da fidanzata in realtà mai esistita

0
56
Pallavolista truffato
Dalla pagina Facebook di New Volley Gioia

Pallavolista truffato per 15 anni da una fidanzata virtuale a cui avrebbe dato circa 700mila euro. Si tratta di Roberto Cazzaniga. L’ex giocatore della nazionale italiana di pallavolo. La truffa surreale è stata raccontata in un servizio delle Iene. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Prete pedofilo arrestato: sul suo computer c’è materiale pedopornografico

Pallavolista truffato: la relazione online durata 15 anni 

Truffa, pallavolista truffato Cazzaniga racconta di non essersi mai incontrato dal vivo con la presunta fidanzata. Gli ha raccontato di chiamarsi Maya e di essere di origine brasiliana. Il pallavolista avrebbe parlato negli anni con la donna solo tramite chat online oppure attraverso lunghe telefonate. Nel servizio delle Iene si scopre che le foto con cui Maya si presentava erano false. Si trattavano in realtà di immagini della fotomodella di Victoria’s Secret Alessandra D’Ambrosio. A chiedere aiuto alle Iene sarebbero stati gli amici e familiari dell’uomo. Erano infatti preoccupati dall’origine della relazione che ha portato Cazzaniga anche sull’orlo della bancarotta. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Cane eroe salva un bambino abbandonato in un sacchetto di plastica

Pallavolista truffato: le ingenti somme di denaro richieste 

pallavolista truffato Attraverso le testimonianze di amici e familiari, il servizio su Italia Uno ha rilevato che il pallavolista mandava frequentemente somme di denaro alla “fidanzata”. A telefono, Maya avrebbe rivelato di avere gravi problemi di salute e di aver bisogno di denaro. Ovviamente si è rilevato tutto falso. A parlare a telefono era in realtà Valeria, una giovane sarda che riceveva i bonifici a nome dell’ex pallavolista. Il fratello di Cazzaniga rivela anche di aver trovato il fratello in evidente stato di disperazione. “Un giorno lui era su in camera, al buio. Lo vedo piangere. Gli chiedo cosa abbia e mi dice che si è innamorato ma questa donna è in terapia intensiva per un’operazione al cuore e non può avvicinarsi all’ospedale perché si arrabbierebbe”. Adesso il caso è nelle mani della magistratura che indagherà sugli oltre 700mila euro inviati in questi 15 anni alla donna. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × cinque =