Panda giganti salvati dal rischio estinzione! 1800 esemplari fuori pericolo

0
585
panda rischio estinzione

Panda rischio estinzione? Non più! A dare l’ottimo annuncio è stato il governo cinese qualche giorno fa, lunedì 12 luglio. I teneri orsi bianchi e neri nel 2016 erano stati eliminati dalla lista delle specie a rischio, entrando a far parte dei vulnerabili. Ma con gli asili adibiti appositamente per loro, la famiglia dei panda è totalmente protetta e tutelata.

Ti consigliamo come approfondimento – Ue stabilisce lo stop agli allevamenti in gabbia degli animali entro il 2027

Panda rischio estinzione: gli orsi sono salvi!

La notizia è arrivata lunedì 12 luglio da un membro del Ministero dell’Ecologia e dell’Ambiente, Cui Shuhong. “Le condizioni di vita delle specie rare e minacciate in Cina hanno visto nel frattempo notevoli miglioramenti. Ciò grazie all’impegno attivo del Paese nella protezione delle biodiversità ed ecosistemi.” Ha continuato: “Alla fine del 2019 la Cina aveva 11.800 riserve naturali. Rappresentano il 18% della superficie del Paese. In Cina la popolazione di diverse specie rare e minacciate è gradualmente in ripresa”. Nel frattempo, l’Agenzia Ufficiale Xinhua ha comunicato che tale sistema ha visto il raggiungimento di 1800 esemplari di panda giganti viventi in natura. Un’ottima notizia, che declassifica tale famiglia animale sia dalla specie a rischio che a quella vulnerabile. “È la dimostrazione dei risultati degli sforzi profusi nella salvaguarda dei panda”, ha commentato l’Amministrazione Cinese per le Foreste e le Praterie. “Mostra il riconoscimento della comunità internazionale nei confronti dell’impegno della Cina in questo settore.”

Ti consigliamo come approfondimento – Papa Francesco dimesso dal Gemelli: il Pontefice è ritornato a Santa Marta

Panda rischio estinzione: il contributo del WWF

panda rischio estinzione
Logo del WWF

“Si continueranno a fare sforzi per rafforzare ulteriormente la protezione dei panda giganti in conformità con i requisiti nazionali e internazionali”, ha concluso l’Amministrazione. In contemporanea, il WWF (World Wildlife Fund) sta raccogliendo contributi per le adozioni dei panda. L’iniziativa di salvaguardia si estende anche in Italia, ovviamente in stretta collaborazione con la Cina. Ma si tratta solo di una delle tante strategie di tutela della specie animale. Un’altra grande trovata da parte dell’associazione ambientalista, riguarda uno stretto collegamento di videosorveglianza. Attraverso tecnologie sempre più avanzate e prestanti, vengono ripresi gli attimi di vita quotidiana dei panda. Qualora fossero in pericolo, gli agenti interverrebbero immediatamente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

16 − 8 =