Gioielli Pandora: torna il finto concorso, occhio alle truffe

0
427
Pandora truffa
Dal profilo instagram di Pandora

Pandora truffa. Torna il finto concorso Pandora con bracciale, charm e anello ma è una truffa. L’amo è una campagna di sensibilizzazione a favore della prevenzione dai tumori ma si tratta di un inganno palese. Occhio ai link che si trovano in giro sui social.

Ti consigliamo come approfondimento- Truffa “man in the middle”, le vittime sono le aziende: già rubati 45 mila euro a due attività

Pandora truffa: torna il concorso farsa con in palio bracciale, charm e anello

Truffa online man in the middle, Pandora truffaPandora truffa vecchia ma sempre in voga. I premi del finto concorso sono un bracciale, charm e un anello della nota marca. Il procedimento utilizzato è sempre lo stesso. Arriva un link alla nostra attenzione tramite un social o anche un messaggio di whatsapp e chi ci entra è vittima del meccanismo. Nella prima pagina si visualizza un messaggio di congratulazioni per aver vinto dei premi. In seguito l’utente per ricevere il dono deve entrare in un altro link e inserire i propri dati personali. Il costo della spedizione è a carico dell’utente. Per l’occhio attento è chiaro sin da subito che si tratti di una truffa ma c’è chi cade nella trappola. Bisogna ricordare di fare molta attenzione ai messaggi ricevuti tramite social, sms o mail. Il rischio di incappare nelle truffe è sempre alto.

Ti consigliamo come approfondimento- La truffa perfetta, finto avvocato vince 26 cause senza aver mai studiato: arrestato

Come evitare di cadere nelle trappole?

Truffa, Pandora truffaPer evitare di incappare in queste truffe bisogna sempre ricordare che nel messaggio sarà sempre allegato un link esterno. Quando ciò si verifica allora è molto probabile che si tratti di una truffa quindi occhi ben aperti. Non cliccate su alcun link ma soprattutto non compilate alcuna scheda con i vostri dati personali. Non importa quanto il premio possa sembrare importante o quanto il messaggio possa sembrare veritiero. Poche settimane fa ad esempio lo stesso meccanismo è stato utilizzato via mail inserendo persino un link di rimando reale al noto social network Facebook di modo da far pensare che la comunicazione fosse reale. Non cascate in questo genere di cose e servitevi dei canali ufficiali di questi brand per capire se è in corso o meno l’attività che vi viene segnalata nel messaggio ricevuto.