Pannelli fotovoltaici: ecco quali sono gli incentivi, i bonus e tutti i costi

0
953
Italia e rinnovabili Pannelli fotovoltaici

Pannelli fotovoltaici: dopo l’aumento del prezzo dell’energia si valuta l’utilizzo di fonti alternative come quella solare. I pannelli fotovoltaici sono investimenti a medio-lungo termine e una soluzione rapida al caro bollette. Quali sono gli incentivi, i costi e cosa sono i pannelli solari da balcone.

Ti consigliamo come approfondimento-Fotovoltaico e rinnovabili: il 2021 sarà l’anno per investire

Pannelli fotovoltaici: gli incentivi

Il caro dell’energia sta spingendo molte persone a pensare di ricorrere ai pannelli fotovoltaici. Bisogna chiarire immediatamente che i pannelli solari sono un investimento a medio lungo termine e non una soluzione rapida al caro bollette. Installare i pannelli solari sul tetto della propria abitazione ha dei costi non proprio esigui, ma neppure così esorbitante come pensano in tanti. Bisogna pensare, inoltre, che ci sono diversi incentivi. Infatti, per installare un impianto che sfrutta la luce del sole per produrre energia è possibile ricorrere a tre incentivi. Ossia il bonus ristrutturazione con detrazione del 50%, il superbonus al 110% e l’Ecobonus del 65% per gli impianti di solare termico. Per usufruire della detrazione del 65% è necessario installare pannelli solari termici, ossia un impianto che usa l’energia solare per produrre acqua calda e riscaldare la propria abitazione. Diversa invece è la situazione riguardante gli altri due incentivi.

Ti consigliamo come approfondimento-Efficienza energetica, tutti i vantaggi di una casa di nuova costruzione

Pannelli fotovoltaici: detrazione 50% e Superbonus 110%

bonus 200 euro partite iva Parlamentari vitalizio, bonus benzina 200 euro, Bonus 200 euro luglio, Venezia turisti multati pozzo, Superbonus fondi finiti,Bonus 200 euro luglioNel primo caso lo sconto da recuperare in 10 anni è pari al 50% della spesa. È necessario dire che la detrazione del 50% è stata prorogata anche per il 2022, 2023 e 2024. Tale bonus copre sia la fornitura sia l’installazione dei pannelli solari, per un totale massimo di spesa che non può superare i 96mila euro. L’importo massimo è riferito alla singola unità abitativa, anche con riferimento ai condomini. La fine dei lavori va comunicata entro 90 giorni all’Enea, con l’indicazione della spesa e delle caratteristiche dell’impianto.

bonus 200 euro partite iva Parlamentari vitalizio, bonus benzina 200 euro, Bonus 200 euro luglio, Venezia turisti multati pozzo, Superbonus fondi finiti,Bonus 200 euro luglioagenzia delle entrate circolare decreto ristori Inps Regione Campania reddito di emergenza, bonus donne disoccupate 2021, bonus affitti contributo fondo perduto, reddito cittadinanza sospesoPer quanto riguarda il superbonus al 110% le cose sono più complesse. Intanto va ricordato che l’incentivo subirà una stretta nei prossimi anni. Infatti, ci sarà uno stop che partirà già dal 2023 per le villette unifamiliari e gli immobili autonomi. Si verificherà anche una progressiva riduzione dell’incentivo per i condomìni. In quest’ultimo caso la detrazione resterà del 110% nel 2023, scenderà al 70% nel 2024 e al 65% per il 2025. Questo ovviamente secondo la normativa vigente. Non si possono però escludere ulteriori modifiche da parte del prossimo esecutivo.

Ti consigliamo come approfondimento-Ufficiale: luce e gas, arriva la stangata. Ecco di quanto aumenteranno le bollette

Pannelli fotovoltaici: i costi

Considerati i vincoli, il bonus ristrutturazioni rappresenterebbe la scelta migliore. I costi per l’installazione dei pannelli solari variano in base al tipo di impianto e alla potenza. Un sistema con accumulo ha un costo più elevato di un impianto tradizionale. Un impianto da 3 kw senza accumulo può costare chiavi in mano circa 6mila euro. Il costo ovviamente si dimezza se usufruiamo dello sconto in fattura. Un sistema di questo tipo non permetterà di raggiungere l’autosufficienza energetica. Nonostante ciò, sarà di enorme aiuto per abbassare i costi della bolletta. Quanto andremo a risparmiare dipenderà anche dalle nostre abitudini.

Ti consigliamo come approfondimento-Ristoratore parla dell’aumento delle bollette: “Chiuderemo. Siamo al limite!”

Pannelli fotovoltaici: pannelli da balcone

Un’alternativa più economica è quella di installare dei pannelli fotovoltaici da balcone. I pannelli solari plug & play secondo quanto stabilito dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) devono avere una potenza attiva nominale inferiore o uguale a 350 W. Non hanno bisogno di essere installati, ma per entrare in funzione necessitano semplicemente di essere collegati a un presa dedicata. Un pannello fotovoltaico da balcone da circa 300 Wp , è circa due metri di larghezza, spesso 40 mm e pesa circa 20 kg. Un impianto formato da pannelli standard può produrre circa 400 kWh all’anno che comportano un risparmio del 10/15% in bolletta. Se invece si installano 3 pannelli da 340 Wp si può produrre fino a 1500 kWh in un anno. In questo caso si parla di circa 300 euro l’anno in meno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 5 =