Organizzano un party di compleanno al gatto: si contagiano in 15 di Covid

0
155
Party covid gatto

Party covid gatto: nonostante i tempi che corrono, non hanno rinunciato ad organizzare la festa di compleanno al proprio gatto. Il party, organizzato nell’abitazione di famiglia, ha acceso un vero e proprio focolaio di Coronavirus. Sono 15 le persone ad essere rimaste contagiate.

Ti consigliamo come approfondimento – Variante Covid: possibilità di ricontagio per chi ha già contratto il virus

Party covid gatto, 15 persone contagiate

Una famiglia non ha voluto rinunciare a festeggiare il proprio animale domestico. Nonostante l’epidemia di coronavirus a cui il mondo è costretto, hanno deciso di organizzargli una festa per il compleanno. Il party, andato in scena in un’abitazione, avrebbe scatenato un vero e proprio focolaio di covid-19. A restare contagiate sarebbero state 15 persone.

Questa singolare e bizzarra notizia arriva dal Cile, più precisamente dalla regione di Valparaiso. A dare conferma dell’accaduto c’è il responsabile della Sanità di Valparaiso, Francisco Alvarez. “Anche se sembra incredibile, queste cose accadono davvero nel nostro paese ed è avvenuto in piena crisi”, ha dichiarato il responsabile sanitario a Radio Bìo Bìo. Tale episodio risale a diversi mesi fa, durante la prima ondata.

Ti consigliamo come approfondimento – Vaccino anti-Covid agli studenti di Medicina: la campagna della Federico II

Il padrone del felino era positivo

Party covid gattoAd innescare il focolaio è stato il padrone di casa e proprietario del gatto. Durante il party l’uomo avrebbe contagiato dieci persone e altre cinque avrebbero contratte il virus nei contatti successivi. Il funzionario, quando ha appreso la notizia, non riusciva a capacitarsi di quanto accaduto. Era per lui impensabile che delle persone avessero deciso di violare le disposizioni per festeggiare il felino.

La ragione per cui le norme son state violate, però, non hanno nulla a che vedere con la festa per l’animale. Si pensa che, il party, fosse solo una scusa per invitare gli amici che non vedevano da tempo. “Il gatto non ha mai avuto il virus. L’organizzatore del compleanno, il suo proprietario, era il caso indice. Senza dubbio le persone per incontrarsi inventano delle scuse per farlo ed è accaduto anche in questo caso“, ha aggiunto Alvarez. Il responsabile sanitario ha poi sottolineato l’importanza che i cittadini rispettino le restrizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici − 6 =