“Sua maestà la pastiera”: a Palazzo Caracciolo si celebra la regina dei dolci

0
111
Pastiera

NAPOLI – Tutti noi buongustai siamo in attesa di lunedì 15 aprile per “Sua maestà la pastiera“, l’evento con live show cooking che vede come protagonista il tipico dolce napoletano. (Leggi anche – Pasqua pomiglianese: Easter Bunny e la grande caccia al tesoro) Alcune delle pasticcerie più famose sul suolo napoletano si sfideranno a suon di dolci, facendo assaggiare la propria proposta culinaria. Passione, innovazione e tradizione: questi i principali ingredienti.

Sua maestà la pastiera: la storia del dolce per eccellenza

PastieraPasqua è alle porte e la pastiera come sempre nella città partenopea è sulla bocca di tutti. Dopo essere stato protagonista di un nuovo record (la pastiera più grande al mondo, con ben due metri di diametro, firmata Caffè Gambrinus), il dolce napoletano sarà il re di un nuovo evento che si terrà dalle 18.00 alle 21.00 all’Hotel Palazzo Caracciolo MGallery by Sofitel (via Carbonara, 112 – Napoli). Lunedì 15 aprile quindici pasticcieri campani faranno assaggiare al pubblico la loro proposta di pastiera.

L’ingresso gratuito, posti limitati, prenotazione consigliata su 081-0160601 oppure h5565-sl@accor.com

Leggi anche – Gattò: apre a Portici il primo cat bistrot della Campania

Un dolce unico, che in sé racchiude sapori e storia. La storia della pastiera ha origini “divine”. Si narra che la sirena Partenope ogni primavera s’innalzava dalle sue acque per salutare coloro che abitavano sul golfo di Napoli. Per ringraziarla del nobile gesto, gli abitanti incaricarono alcune donne di portare dei doni alla sirena. Tali doni non erano altro che gli ingredienti del tipico dolce napoletano:

  • Farina: simbolo della forza e della ricchezza della campagna;
  • Ricotta: simbolo dell’omaggio dei pastori;
  • Uova: simbolo della vita che nasce;
  • Grano bollito nel latte: simbolo dei due regni della natura;
  • Acqua di fiori d’arancio: simbolo dei profumi della terra;
  • Spezie: simbolo dei popoli più lontani del mondo;
  • Zucchero: simbolo della dolcezza del canto di Partenope.

Partenope gradì in particolar modo i doni, al punto tale che decise di mescolarli, dando vita a ciò che oggi per noi è la pastiera.

Tutti ai fornelli: ecco i pasticcieri in campo

PastieraA essere ospitati nel chiostro del Palazzo Caracciolo ci saranno:

  • Leopoldo Infante;
  • Mario di Costanzo;
  • Gianluca Ranieri;
  • Rocco Cannavino di Zio Rocco Lab Store;
  • Pasticceria Poppella;
  • Capriccio Pasticceria Cioccolateria;
  • Gran Caffè Gambrinus;
  • Pasticceria Volpe;
  • Pasticceria Carbone;
  • Pasticceria Pesce 1896;
  • Pasticceria Colmayer;
  • La Delizia di Antonio di Rosa;
  • Cuori di Sfogliatella;
  • Pasticceria Capparelli;
  • Pasticceria Caffetteria Di Dato;

Inoltre Gambrinus offrirà anche il caffè, bevendo il quale il pubblico potrà riflettere sulla migliore pastiera della giornata. In conclusione dell’evento ci sarà uno show cooking dello chef Umberto Zimbaldi, che realizzerà in diretta una classica pastiera napoletana.

E tu cosa aspetti ad assaporarla?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here