Patente a rischio, tutte le novità in arrivo per l’estate

0
430
patente multe

Arrivano novità su sanzioni e punti decurtati dalla patente per chi non rispetta le regole alla guida. Inviata a tutti i parlamentari, la proposta di legge prosegue all’attenzione dell’Aula di Montecitorio. Aumenteranno inevitabilmente i controlli e ci sarà un giro di vite verso chi userà il telefono mentre guida. L’iter del testo unico della riforma del codice giungerà alla Camera nel prossimo mese.

Ti consigliamo questo approfondimento – Cellulare e sigaretta alla guida: cosa dice il codice della strada

Patente a rischio per chi non rispetta le regole

patenteMano pesante per chi viene sorpreso alla guida mentre usa smartphone, o dispositivi analoghi, che comportino la minima distrazione al volante. Pena: multe da 422,00 a 1.697 euro più la sospensione della patente da sette giorni fino a due mesi.
E in caso di recidiva si dovrà pagare una sanzione amministrativa che può arrivare fino a 2.588 euro. Inoltre, si aggiungono la sospensione della patente di guida fino a tre mesi e la decurtazione di 10 punti.

Novità anche per chi non rispetta le limitazioni di sosta. Diventano 4 i punti tolti a chi sosta negli spazi riservati ai disabili, alla ricarica dei veicoli elettrici o sul marciapiede. Le multe rispettive saranno:

  • per gli automobilisti fino a euro 647;
  • Per i ciclomotori da 80 a 328 euro.

Inasprimento della pena anche per chi ha in auto un animale senza le dovute precauzioni. Multa di 338 euro che può raddoppiarsi se il conducente è coinvolto in un incidente.

Infine, aumentano finalmente i controlli per la tutela della sicurezza. Per rinvenire l’uso di sostanze stupefacenti o simili, arrivano gli esami della saliva. Gli accertamenti potranno essere effettuati anche mediante laboratori mobili. Chi si rifiuterà, rischia una sanzione da 422 a 1.697 euro. Pugno duro sulla patente anche per chi non rispetta i paletti per la circolazione dei trasporti eccezionali.

Ti consigliamo questo approfondimento – Frenata automatica obbligatoria dal 2020: auto più sicure?

Il codice stradale si arricchisce di altre novità

patenteTra le novità arrivano modifiche per l’accesso di veicoli non autorizzati ai centri storici, alle zone a traffico limitato, alle aree pedonali, alle piazzole di carico e scarico di merci. A loro, si allarga la possibilità di contestazione immediata. Le violazioni al codice della strada dovranno essere effettuate attraverso dispositivi omologati muniti di apposito regolamento. Oltre alle sanzioni, il nuovo codice della strada prevede anche:

  • Parcheggi rosa: Parking gratuito per le donne in gravidanza o con infanti nel primo anno di vita;
  • Gioia anche per i neopatentati che si vedranno aumentare a 12 mesi il periodo di validità del foglio rosa;
  • Abolito l’obbligo di uso diurno delle luci di posizione e degli anabbaglianti;
  • Circolazione su autostrade e strade extraurbane per gli scooter 125;
  • La segnaletica stradale si arricchisce di messaggi sociali e di sensibilizzazione;
  • Previsto infine un limite di durata minima di 5 secondi della luce gialla del semaforo.
Ti consigliamo questo approfondimento: tassa di trasporto in ambulanza per chi viene soccorso ubriaco o drogato?

Codice della strada: novità anche per i ciclisti

patente

Arrivano delle sostanziose novità a valorizzare l’uso della bicicletta. tra cui:

  • La presenza di sostegni portabici sugli autobus da noleggio;
  • Una linea di arresto avanzata sarà tracciata in prossimità di semafori e agli incroci;
  • Le biciclette potranno raggiungere una velocità massima di 50 km/h. Corsie adibite saranno poste a una distanza di almeno 3 metri dalla linea di arresto stabilita.
  • Infine le bici avranno la possibilità di circolare sulle strade adibite a servizi pubblici di trasporto.

Le sorprese non sono finite. Il governo ha deciso di aiutare le categorie speciali. Infatti, sono esenti dal pagamento del pedaggio in autostrada:

  • I veicoli con targa CRI (Croce Rossa Italiana);
  • La protezione civile;
  • Le organizzazioni di volontariato e ovviamente le ambulanze.

Queste ultime avranno aree di parcheggio e corsie riservate di colore rosso. Infine, prevista anche l’esenzione dal pagamento del bollo per i veicoli storici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here