Patrick Zaki è libero: sarà scarcerato a breve ma non assolto

0
439
Patrick Zaki libero,
Dalla pagina Facebook "Patrick Libero"

Patrick Zaki libero, questo lo slogan urlato da tanti e finalmente accolto. Potrebbe infatti essere scarcerato già nella giornata di oggi. La notizia arriva direttamente dai suoi legali dopo l’udienza di Mansura. Tuttavia il ragazzo, detenuto da tempo in Egitto senza diritto alcuno, non è stato assolto. Bisognerà aspettare, eventualmente, la prossima udienza che si terrà a febbraio. Intanto sia Amnesty che il premier Mario Draghi esprimono grande soddisfazione.

Ti consigliamo come approfondimento – Patrick Zaki è cittadino italiano: il Senato vota SÌ a maggioranza

Patrick Zaki libero: la notizia della scarcerazione e le parole di Patrick

Patrick Zaki libero,
Dalla pagina Facebook “Patrick Libero”

Padre, madre, sorella, amici e attivisti, tutti fuori dal tribunale di Mansura. Attendevano L’esito del verdetto che è arrivato più positivo che mai. Patrick Zaki libero, quegli striscioni che erano solo scritte ora sono realtà. “Un enorme sospiro di sollievo, perché finisce il tunnel di 22 mesi di carcere” commenta Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia. “L’idea che possa passare una notte, dopo 22 mesi, in un luogo diverso da una prigione ci riempie di gioia” continua. Poi arrivano anche le prime dichiarazioni di Patrick, brevi ma rincuoranti. Un diplomatico italiano prima del verdetto gli aveva chiesto come stesse. “Bene, bene, grazie!” ha risposto con il pollice alzato. Ora, arrivata la sentenza, starà ancora meglio.

 Ti consigliamo come approfondimento – “Città Aperta” manifesta per Zaki e Regeni fuori al comune di Pomigliano

Patrick Zaki libero: i commenti sulla scarcerazione

patrick zaki senatoTutti aspettavano che Patrick Zaki venisse liberato. Parenti, amici, attivisti, politici, Amnesty, nessuno escluso. Ciò che ha dovuto passare questo ragazzo, per una semplice tesi universitaria, è disumano. Pertanto è giusto che a lui vada il sostegno di tutti. Mario Draghi esprime: “Soddisfazione. Seguiamo con massima attenzione” afferma riferendosi al processo di febbraio. Di fatto Patrick non è stato ancora assolto, però intanto non passerà altre notti nelle carceri senza diritto d’Egitto. “Speriamo presto di portarlo riabbracciare qui a Bologna”. Commenta il sindaco bolognese Matteo Lepore. Bologna, la città dove tutto è iniziato. Qui Patrick aveva deciso di laurearsi, per poi ritrovarsi 22 mesi in carcere a causa di una semplice tesi. Evidentemente le verità che raccontava erano troppo scomode. Ma ora Patrick è libero e potrà finalmente laurearsi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × 5 =