Nel 2022 le strade sempre più insanguinate: 307 vittime in 365 giorni

0
687
Pedoni morti 2022

Pedoni morti 2022: sono stati resi i noti i numeri dei pedoni morti in incidenti stradali nel 2022. Si tratta di quasi una vittima al giorno. Si legge che nel 2022 ci sono state 307 vittime, di cui 108 donne e 199 uomini, tra cui 257 italiani e 50 stranieri.

Ti consigliamo come approfondimento-Urbino, donna incinta investita mentre attraversava sulle strisce: è in gravi condizioni

Pedoni morti 2022: circa un morto al giorno

incidente motoL’Osservatorio pedoni dell’Asaps, l’Associazione sostenitori Polstrada ha reso noto i dati dei pedoni morti in incidenti stradali nel 2022. Si evince che c’è stato quasi un morto al giorno. Infatti, dai dati emerge un numero sconvolgente: 307 vittime in 365 giorni. Nel dettaglio si parla di 108 donne e 199 uomini, tra cui 257 italiani e 50 stranieri. A questi dati, secondo l’associazione, va aggiunto un altro 30-35% di feriti gravi morti poi nelle terapie intensive. Il mese peggiore è stato dicembre con 40 vittime, seguito da gennaio con 31. I mesi con il minor numero di decessi sono stati giugno, agosto e settembre con “solo” 20 vittime. Dall’analisi sull’età dei deceduti emerge che 14 avevano meno di 18 anni. La vittima più piccola aveva solo 3 mesi. Tra gli ultra sessantacinquenni che è avvenuta ancora una volta una strage, con 116 decessi, di cui 59 oltre gli 80 anni.

Ti consigliamo come approfondimento-Incidente tra Ostuni e Carovigno, un ferito. Le voci del territorio : “Troppi incidenti, qui siamo messi male”

Pedoni morti 2022: analisi approfondita dei dati

Si è accertato nell’immediatezza del sinistro che in 22 casi il conducente investitore era ubriaco e in 10 aveva assunto stupefacenti. In 42 incidenti il conducente è fuggito, rispetto ai 49 casi accertati nel 2021, lasciando la vittima a terra. Come accaduto la notte di Capodanno a San Vittore del Lazio, in provincia di Frosinone. Un uomo di 42 anni residente in provincia di Caserta ha travolto e ucciso un turista francese che passeggiava per le strade del borgo. L’uomo è poi è tornato a casa e si è addormentato. Asaps, inoltre, ha calcolato che ogni sette incidenti mortali con pedoni, uno è provocato da un “pirata stradale”. Grazie a indagini tecnologiche, potenziamento della videosorveglianza e testimonianze, nell’80% dei casi questi soggetti vengono individuati dagli organi di polizia stradale. Le regioni più a rischio per i pedoni sono state Lombardia con 52 morti e Lazio con 41 vittime.

Ti consigliamo come approfondimento-Sistemi di guida assistita, scatta l’obbligo: scopri quando parte

Pedoni morti 2022: parla il presidente di Asaps

Dalla pagina Facebook di Asaps Italia, Associazione Sostenitori E Amici Polizia Stradale

Sulla vicenda è intervenuto il presidente Asaps, Giordano Biserni. Questi ha dichiarato: “Ringraziamo il presidente della Repubblica Sergio Mattarella per aver riattivato l’attenzione sul tema della sicurezza stradale. Siamo molto preoccupati per i dati definitivi che saranno resi noti da Istat a luglio. Allora presumibilmente il numero finale sarà di oltre 400 pedoni morti. Lanciamo un appello a tutti i membri del Parlamento per un provvedimento straordinario che preveda sanzioni e modifiche al Codice della Strada. Serve maggiore attività di controllo sulle strade, servono più divise. Invece, si chiudono i distaccamenti della polizia stradale e le età medie in molti reparti anche della polizia locale rasentano i 50 anni”.