Pensione anticipata: ecco come nel 2021 si smetterà di lavorare prima

0
235
Pensione anticipata 2021

Pensione anticipata 2021: l’INPS ha comunicato una notizia riguardante molte categorie di lavoratori italiani, dette “usuranti”. Per coloro che svolgono alcune mansioni specifiche, sarà messo a disposizione un assegno pensionistico attraverso la modalità anticipata.

Ti consigliamo come approfondimento – Vaccini a lavoro, firmato l’accordo tra Governo e INAIL. Come fare richiesta

Pensione anticipata 2021: di cosa si tratta?

Pensione anticipata 2021Pensione anticipata 2021 – Nel mese di marzo, l’INPS ha comunicato una notizia importante per alcune categorie lavorative. I cittadini che svolgono una certa tipologia di mansione, detta “usurante”, può fare richiesta di assegno pensionistico. Gli italiani potranno presentare domanda tramite la modalità anticipata. Saranno prese in considerazione l’età anagrafica e contributiva previste dalla forma di pensionamento tradizionale. Oppure, in alternativa, saranno valutate le forme di pensionamento anticipato con Quota 100, Ape Sociale e Opzione Donna. Una volta individuata la propria categoria, e in base ai requisiti specifici, si potrà presentare domanda per ottenere la pensione anticipata nel 2022.

Ti consigliamo come approfondimento – Curriculum dello studente: attiva la piattaforma del Ministero dell’Istruzione

Pensione anticipata 2021: ecco requisiti e i beneficiari

Pensione anticipata 2021Pensione anticipata 2021 – Per poter accedere all’assegno pensionistico anticipato, bisogna prendere in considerazione i requisiti specifici. I cittadini che ne faranno richiesta dovranno essere in possesso della giusta età anagrafica e contributiva in un periodo che va dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022. I parametri di riferimento saranno gli stessi previsti per le tradizionali formule di pensionamento. Esse variano in base al lavoro dipendente o autonomo e sulla tipologia di mansione effettuata.

Una volta accertati questi requisiti, bisognerà individuare la propria categoria lavorativa “usurante”. Tra queste vi sono:

  • Attività collegate alla guida di veicoli per il servizio pubblico e per trasporti di tipo collettivo;
  • Attività legate alla “linea catena”;
  • Attività su turni notturni per periodi superiori ad un anno;
  • Attività e mansioni particolarmente faticose, gravose e usuranti.

I lavoratori appartenenti alle suddette categorie lavorative potranno presentare richiesta di assegno pensionistico anticipato. La domanda dovrà essere presentata nel 2021 con i requisiti che si basano sull’anno lavorativo 2022.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × cinque =