Pizzaiolo italiano a Dubai vs Reddito di Cittadinanza: “Qui non c’è e infatti il personale abbonda”

0
1305
Briatore pizza 4 euro

Pizzaiolo Dubai reddito cittadinanza, e dichiarazione che divideranno il web. Dopotutto è così, ormai si sa. Il reddito di cittadinanza si divide in due categorie, forse tre. Chi lo vuole, chi lo vuole abolire e chi lo vuole riformare. C’è chi parla del reddito come uno strumento di lotta alla povertà così come chi si lamenta di non trovare personale a causa di questa misura governativa. Vincenzo Palermo, vincitore di un campionato di pizza napoletana nel 2018, sembra non avere dubbi sul suo schieramento. Soprattutto paragonando la crisi del settore dei ristoranti (nel trovare lavoro) italiani con quelli di Dubai.

Ti consigliamo come approfondimento – Reddito di Cittadinanza, maxi truffa da 1.4 mln di € a Torino: 300 rumeni lo percepivano illegalmente

Pizzaiolo Dubai reddito cittadinanza: la differenza con l’Italia

pizza, Pizzaiolo Dubai reddito cittadinanza,Vincenzo Palermo, di origini pugliesi, ha le idee ben chiare sulla situazione italiana e su quella di Dubai. “Le situazioni sono completamente differenti, soprattutto nel mondo della ristorazione”. Dove, sostiene Vincenzo: “C’è molta concorrenza e di personale ce n’è in abbondanza”. Di fatto: “Ricevo spesso curriculum di cuochi o pizzaiolo che vogliono lavorare. Me ne arrivano ogni giorno”. Secondo lui: “Questa differenza con l’Italia è da attribuire al reddito di cittadinanza che qui a Dubai non esiste“. Oltre che: “Al senso di incertezza e timore dovuto alla pandemia”. Infatti a Dubai: “Si è ripartiti subito alla grande. Lavoro e turisti sono sempre tantissimi, soprattutto russi visto che oggi come oggi è una delle poche mete che possono visitare”.

Ti consigliamo come approfondimento – Briatore vs Pizzaioli napoletani, sono troppo economici: “Io sono un genio e voi non lo siete”

Pizzaiolo Dubai reddito cittadinanza: i contratti di lavoro

Pizzaiolo Dubai reddito cittadinanzaUna critica da fare a Dubai è sicuramente quella della giurisdizione sul mondo lavorativo. Tuttavia, secondo Vincenzo Palermo, le opportunità lavorative fanno la differenza. Ma a farla ancora di più sono la passione di chi lavora. “Se ci metti il cuore i risultati alla fine arrivano sicuramente“. Poi continua: “Il lavoro è duro, ma dà tante soddisfazioni indietro”. Anche solo: “Il veder mangiare un cliente e apprezzare quello che hai cucinato, ti riempie di gioia”. Poi un messaggio per tutti: “Non rinunciate mai ai vostri sogni e credeteci sempre. Superando gli ostacoli e le difficoltà”. E qui, la storia di Vincenzo Palermo, fa da testimone.

Ti consigliamo questo approfondimento – Cornicione della pizza, che bontà! Una pizzeria vende cartoni di sole croste

Pizzaiolo Dubai reddito cittadinanza: la storia di Vincenzo

piatti tipici Campania, Pizzaiolo Dubai reddito cittadinanza,Vincenzo Palermo frequenta l’istituto tecnico commerciale, è originario della Puglia, in provincia di Bari. Ha iniziato a lavorare già da quando aveva 14 anni. “Mi sono diviso facendo diversi lavori fino a trovare la mia strada, quella della pizza”. Il tutto: “Grazie a mia nonna che mi ha sempre alimentato questa passione verso la farina”. Da qui il concorso nel 2018 che lo porta a vincere un campionato di pizza napoletano e la sua decisione. “Ho deciso di andare all’estero. Prima mi sono trasferito a Mosca e poi a Dubai per aprire un ristorante-pizzeria tutto mio“. Si chiama Belcanto: “In onore della musicalità italiana” e si trova di fronte al Bruj Khalifa, nel teatro del Dubai Opera.