Pleven, incendio all’Università: abitazioni evacuate e scene apocalittiche

0
546
Pleven incendio università,

Pleven incendio università sostanze chimiche nell’area. Prende fuoco il tetto dell’università bulgara di medicina locale. Il fuoco nasce e si dirama tra i laboratori di anatomia. Aree contenenti sostanze tossiche come la formaldeide. La causa sarebbero delle scintile nate da lavori di restauro. L’università è stata evacuata. Ai residenti è stato chiesto invece di rimanere in casa e chiudere le finestre.

Ti consigliamo come approfondimento – Incendio devastante a Torino stamattina, cause ignote: evacuata la zona

Pleven incendio università: la scintilla che ha scatenato le fiamme

Pleven incendio università,Accade a Pleven, in Bulgaria, nei laboratori dell’Università di medicina locale. Durante la giornata di oggi si stavano svolgendo dei lavori di ristrutturazione. Da quest’ultimi sembrerebbero essere partite le scintille scatenanti l’incendio. Quest’ultimo avvenuto e diramatosi nelle aule di anatomia dell’università. Un’area quindi contenente sostante tossiche come la formaldeide. Per questo l’università è stata immediatamente evacuata. I residenti della zona sono stati invece invitati a rimanere in casa e chiudere le finestre. Di fatto è possibile il rischio d’intossicazione dell’aera. Al momento però è tutto ancora da verificare. Fortunatamente però è avvenuto durante il periodo d’alternanza delle lezioni. Almeno metà degli studenti erano dunque a casa.

 

Ti consigliamo come approfondimento – Caserta, incendio in un’azienda di rifiuti. Una nube tossica sovrasta la zona

Pleven incendio università: dall’evacuazione alle parole del Rettore

Pleven incendio università,Scene da film quelle che accompagnano l’università di medicina di Pleven. Il tetto dell’università prende fuoco da un momento all’altro. C’è rischio che possa essere tossico. Gli studenti corrono fuori dall’università, docenti e personale addetto evacuano i restanti. Fortunatamente c’è l’alternanza delle lezioni online. I presenti quindi non sono troppi ed il caos della “fuga” è contenuto. I pompieri si precipitano a spegnere l’incendio. Le altre autorità locali invitano le persone a rimanere in casa e chiudere le finestre. Fortunatamente l’incendio è avvenuto nella settimana dedicata alle lezioni online. Tuttavia la paura di tossine nell’aria c’è. Il Rettore ha infatti sospeso le lezioni in presenza fino all’8 ottobre. La misura riguarda anche le strutture adiacenti quella interessata dall’incendio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

10 + diciassette =