La denuncia di un ragazzo su Instagram: “Un politico di destra voleva pagarmi per sesso”

0
1043
politici sesso a pagamento

Un parlamentare avrebbe tentato di fare sesso con un ragazzo. A pagamento. Questo è quello che emergerebbe dalle stories di un giovane studente fuorisede a Roma. Il ventiduenne, con delle storie di Instagram, ha denunciato il fatto. Senza però riportare pubblicamente nomi o partiti. Ma i riferimenti sarebbero molto chiari.

Ti consigliamo come approfondimento – Samuel muore nel sonno a 17 anni: trovato nel letto dai suoi genitori

Politici sesso a pagamento: Alessandro

emilife pornhub, Politici sesso a pagamentoAlessandro è un ragazzo di 22 anni di origini siciliane. Oltre a un significativo fascino estetico e carismatico, è anche un giovane a cui non piace stare “con le mani in mano”.

Insieme allo studio (una laurea triennale conseguita e specialistica in corso), la vita sociale ed alcune attività economiche, il giovane Alessandro ha un discreto seguito sui social.

Soprattutto su Instagram. Qui sfoggia tutte le sue bellezze e rende spettatori (e molte volte anche complici o comunque partecipi) della sua vita i suoi follower. Ma tra i tanti al suo seguito c’è qualcuno che ogni tanto gli ruba le foto.

E qualcuno che, qualche volta, gli fa proposte che sconfinano.

Ti consigliamo come approfondimento – La propaganda della Meloni colpisce i giovani. Sulle “devianze” la polemica l’asfalta

Politici sesso a pagamento: la denuncia su Instagram

Politici sesso a pagamentoÈ proprio quest’ultimo caso, nelle sue storie, ad aver destato scalpore. Il giovane, infatti, si sarebbe lasciato andare ad uno sfogo, probabilmente esacerbato dall’insistenza delle richieste. O della loro assurdità.

Alessandro, sensibilmente infastidito, ha infatti scritto “Un politico schifoso, di destra, sposato con figli, non può permettersi di offrirmi denaro in cambio di prestazioni sessuali”.

Il ragazzo non è voluto entrare maggiormente nei dettagli perché, come scrive, se parla rischierebbe una denuncia.

Il giovane, però, sottolineando di non aver fatto nomi, ha lasciato intendere di avere tutte le conversazioni salvate, e di avere materiale sufficiente per fare una denuncia: “Non mi vengano a fare minacce per eliminare le mie storie perché sarà la spinta per farmi agire legalmente”.

Ti consigliamo come approfondimento – Salvini e Pillon contro il Gay Pride, ma la polemica li annienta

Politici sesso a pagamento: chi è omosessuale a destra?

omosessuali covid, Politici sesso a pagamentoDalle storie non è chiaro di quale politico si parli, né a quale partito appartenga. Però, tra i contenuti delle storie pubblicate su Instagram, sarebbero chiari alcuni elementi.

Il fatto che il politico sia di destra, ma non è dato sapere di che partito. Il fatto che sia sposato con figli. Il fatto che si tratti di un omosessuale (o bisessuale) non dichiarato o represso. Infine, che abbia contribuito ad affossare il disegno di legge Zan – Scalfarotto.

Nell’ultima storia dello sfogo, infatti, il giovane ventiduenne afferma che “Non è possibile che questi qui pensino di comprare il nostro corpo, come se fossimo degli oggetti, nascondendo le loro tendenze sessuali e deridendole, per poi affossare leggi come quella del DDL Zan”.

“Ipocriti schifosi, non fatemi parlare perché lì dentro più della metà fate schifo”, conclude il giovane. Resta solo da capire, dunque, a chi si riferisca. Soprattutto, dato che le chiacchiere sull’omosessualità a destra, sia maschili che femminili, sono molto più che diffuse. E non sembrerebbero essere così lontane dal vero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

6 + 7 =