Polizia, è addio ai taser? Arriva la decisione del Ministero degli Interni

0
77
polizia

Il taser per le forze di polizia è stato dichiarato in prova a gennaio di quest’anno. Una volta dichiarato il programma di utilizzo, è stata fatta la gara di appalti per l’acquisto dei taser. Ma una volta arrivati, i taser non risultano conformi alle normative di sicurezza, e al momento restano bloccati nelle armerie.

Ti consigliamo come approfondimento – Autostrade, trovata l’intesa

Taser per Polizia e Carabinieri

poliziaLa proposta per l’utilizzo dei taser è stata fatta nel 2018. Le città previste per la sperimentazione sono state:

  • Milano;
  • Napoli;
  • Torino;
  • Bologna;
  • Palermo;
  • Firenze;
  • Brindisi;
  • Catania;
  • Caserta;
  • Reggio Emilia;
  • Genova;
  • Roma.

Per diventare effettivo, l’utilizzo di questa nuova arma avrebbe dovuto superare la prova nelle 12 città elencate.
Per quanto riguarda i corsi di formazione per gli uomini delle forze dell’ordine, sono stati a carico della ditta produttrice dei taser. Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha inoltre emesso delle linee guida per l’utilizzo. Il taser è catalogato come arma propria: va mostrato senza essere impugnato per far desistere il soggetto dalla condotta in atto. In caso di resistenza da parte del criminale, può essere estratto e utilizzato. Quindi poliziotti e carabinieri devono tenere conto dell’ambiente che li circonda e valutarne l’utilizzo.

Ti consigliamo come approfondimento – Stato di emergenza fino a 15 ottobre

Perché è stato sospeso l’utilizzo per gli agenti di polizia?

Polizia
Foto da Facebook Polizia di Stato

Il Ministero dell’Interno ha dichiarato lo stop all’utilizzo dei taser per la polizia. Le armi rimarranno ferme in armeria fino a nuove disposizioni. A quanto pare il prodotto, fornito dalla ditta “Axon Public Safety Germany Senon soddisfa i requisiti richiesti. In particolare non ha superato i test balistici della prova allo sparo fuori bersaglio. I test hanno riscontrato che i dardi non fuoriescono in modo corretto e risultano non conformi alle previsioni dei test. La società Axon è rimasta colpita dalle affermazioni da parte del Consiglio di Stato. La società ha dichiarato che i taser erano conformi ai requisiti. La Axon ripeterà personalmente i test balistici come controprova.

Ti consigliamo come approfondimento – Giustizia per George Floyd

Taser: quali sono i rischi?

polizia
Foto da bgsalute.it

Il problema di sicurezza non fa cambiare idea al Ministero. Nel 2018 Amnesty International lanciò un allarme sui pericoli del taser. Il rischio di causare infarti è abbastanza alto, l’eccesso nell’utilizzo potrebbe causare la morte. Quello di cui sono preoccupati in Amnesty è che viene fatta utilizzare un’arma sui cui non sono stati fatti studi accurati sui rischi. Il problema è che è difficile riuscire a mostrare dei documenti in cui si può verificare lo stato di salute del soggetto. L’uso del taser andrebbe regolato da un protocollo rigido.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here