Due poliziotti drogano e violentano una 18enne, ma non vanno in carcere

0
160
Poliziotti violentano ragazza no carcere

Poliziotti violentano ragazza no carcere: due poliziotti drogano e violentano una ragazza ma non vanno in carcere. I due dopo un controllo per strada raggiunsero la ragazza in casa e la violentarono. Dopo l’arresto i due agenti avrebbero fatto un accordo con il pubblico ministero per evitare il carcere.

Ti consigliamo come approfondimento-Omicidio shock: bambina di 9 anni accoltellata per strada in pieno giorno!

Poliziotti violentano ragazza no carcere: vicenda paradossale

rapinatori rolex, strage ardeaParadossale quello che è successo a Malaga: due poliziotti drogano e violentano una ragazza di 18 anni ma evitano il carcere. La vicenda in questione è accaduta nel 2018 e solo oggi è arrivata la sentenza. I due agenti di Polizia spagnoli sono stati condannati ma non condotti in carcere. Dovranno frequentare un corso di educazione sessuale e hanno ricevuto l’interdizione per due anni dal pubblico impiego. A ciò è stato aggiunto il divieto di avvicinarsi a 500 metri dalla vittima e l’obbligo di risarcirla per 80mila euro. Questa scelta dei giudici ha fatto molto scalpore e molti media spagnoli si interrogano su come sia stato possibile. I due poliziotti furono arrestati nell’estate del 2018 e sono rimasti in carcere per un lungo periodo, con la sospensione dal servizio e dello stipendio. La Procura aveva chiesto 30 anni di reclusione, ma a seguito di un accordo la sentenza è cambiata.

Ti consigliamo come approfondimento-Tifoso molesta giornalista Greta Beccaglia: indagato per violenza sessuale

Poliziotti violentano ragazza no carcere: cosa è successo

Pescara palestra aggressione donna, Acciaroli violenza sessuale, milano violenze capodanno,Come detto, gli eventi risalgono al 2018 quando la giovane si recò a Malaga con due amiche per le vacanze. Una sera le tre ragazze vennero fermate da due agenti. Gli agenti chiesero alla guidatrice se avesse assunto bevande alcoliche. A seguito della risposta affermativa della ragazza, le hanno sottratto il veicolo ed esortato a tornare a casa in taxi. Ma in seguito, i due agenti avrebbero seguito le ragazze a casa. Dopo un breve colloquio in strada con la vittima, sarebbero saliti in casa e costretto la ragazza ad assumere droga. Dopo averla drogata, i due agenti l’hanno violentato e costretto le altre due ragazze a tenersi a distanza. Ma una delle due amiche, spaventata, è riuscita a scappare e a cercare aiuto. I due poliziotti sono stati arrestati e condotti in carcere, dove sono stati fino alla scorsa primavera.

Ti consigliamo come approfondimento-Napoli, donna violentata in pieno giorno: passanti la salvano e tentano di linciare lo stupratore!

Poliziotti violentano ragazza no carcere: perplessità sulla vicenda

Pakistan castrazione stupratori,Alcuni esperti legali hanno criticato il ruolo del pubblico ministero che ha accettato l’accordo tra le parti. Fonti della Procura hanno spiegato di aver dato l’ok a seguito della richiesta dell’avvocato della vittima. Infatti, quest’ultimo sosteneva che la sua cliente non voleva che si tenesse il processo per via del potenziale impatto mediatico. La giovane, che oggi ha 22 anni, voleva evitare sia di sentirsi nuovamente vittima del reato sia di rivivere tutto ciò che aveva subito. Dopo la violenza, la ragazza avrebbe richiesto cure farmacologiche e psicoterapeutiche dopo aver sofferto di sindrome da stress post-traumatico. Resta comunque l’indignazione che molti spagnoli hanno manifestato nelle ultime ore. La conclusione della vicenda sembra davvero paradossale. Molti nonostante il rispetto per la scelta della vittima, avrebbero preferito vedere i due poliziotti reclusi in carcere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

17 − 11 =