Montecitorio, manifestante piange: “Non puoi capire!”, poliziotto lo consola

0
108
Poliziotto consola manifestante,

Poliziotto conforta manifestante, accade a Roma, durante gli scontri sotto Montecitorio. I manifestanti, in gran parte ristoratori e commercianti, si erano riuniti per protestare. Mal digerite infatti le restrizioni che da 14 mesi coinvolgono il loro settore. Momenti di tensione, di scontri, di urla ma anche di conforto. Non soltanto bottiglie lanciate ma anche lacrime versate. Un manifestante infatti, preso dallo sconforto, inizia a piangere. Si tratta di un padre di famiglia, un ristoratore, che non riesce più a portare il pane a casa. Alla vista di quell’uomo un poliziotto gli si avvicina e lo consola.

Ti consigliamo come approfondimento – Roma, scontri a Montecitorio: manifestanti caricano Polizia fuori le Camere

Poliziotto conforta manifestante: Dagli scontri alle lacrime durante la protesta

Montecitorio protesta Roma, Poliziotto conforta manifestante,
Ph presa da Ansa.it

Una giornata movimentata su più fronti quella del 6 aprile. In numerose città di Italia gli esercenti e i ristoratori si sono mossi per protestare. In migliaia sono scesi in piazza per far sentire la propria voce. Così come altrettante persone si sono recate a Roma per lo stesso motivo. Montecitorio si è trasformata in una piazza di scontri, urla e striscioni. Una violenza che forse voleva solo nascondere il dolore dei manifestanti. “Sono 14 mesi che non lavoro” urla uno di loro in prima fila. “Non riesco a portare a casa il pane per i miei figli”. Continua il manifestante prima di iniziare a piangere. Una scena a cui le Forze dell’Ordine non sono rimaste impassibili. Un poliziotto infatti si avvicina all’uomo e cerca di consolarlo. Intanto dalla folla si alza un coro “Via, via la Polizia”.  L’agente rimane però impassibile e continua a dialogare con il manifestante.

Ti consigliamo come approfondimento – Campania, rivolta dei commercianti: negozi aperti contro la zona rossa

Poliziotto conforta manifestante: Le parole dell’uomo all’agente di Polizia

poliziotto conforta manifestante,Una scena che sembra surreale. In una piazza protagonista per degli scontri, la Polizia accoglie un manifestante. Eppure è successo davvero. Un gesto che non può passare certo inosservato, così come non può passare inosservata nemmeno la manifestazione. Ancor più tenendo conto di ciò che ha spinto quell’uomo a piangere davanti a migliaia di persone. “Sono un padre di famiglia che non porta niente a casa e non dobbiamo manifestare?”. Urla l’uomo con gli occhi lucidi. “Come fate a dirlo?”. Continua rivolgendosi al Poliziotto che intanto gli si avvicina dicendogli: “ti capisco”. Ma lui controbatte. “Non mi puoi capire, non mi puoi capire, sono 14 mesi”. Iniziando poi a piangere dopo aver evidenziato il dramma che vive la sua categoria. “Anche tu hai dei figli!” conclude infine rivolgendosi all’agente che nonostante i cori contro di lui, rimane lì per consolarlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × 5 =