Svolta storica, la Polonia non riconosce la supremazia delle leggi dell’UE

0
121
Polonia no supremazia Leggi UE
Dalla pagina Facebook ufficiale di Mateusz Morawiecki , Primo Ministro della Polonia

Polonia no supremazia Leggi UE: la Corte Costituzionale Polacca ha stabilito che le leggi dell’UE non avranno supremazie su quelle polacche. La decisione va contro ai principi fondativi dell’UE. La Polonia inizia a muovere i primi passi per uscire dall’unione Europea.

Ti consigliamo come approfondimento-Green Deal: gli obiettivi per il 2030. Von der Leyen: “Siamo primi al mondo”

Polonia no supremazia Leggi UE: sentenza storica

Dalla pagina Facebbok ufficiale di Mateusz Morawiecki , Primo Ministro della Polonia

La Corte Costituzionale della Polonia ha decretato che le Leggi dell’Unione Europea non avranno più la supremazia su quelle polacche. Tale decisione è in contrasto con i principi fondanti dell’Unione Europea e ovviamente non ha precedenti. Questa decisione è solo l’ultimo tassello di una guerra giudiziaria tra UE e Polonia sorta dal 2017. La contesa è iniziata a seguito della vittoria delle elezioni in Polonia del partito Diritto e Giustizia di estrema destra. Infatti, il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha spesso messo in discussione pubblicamente la Supremazia dell’Unione Europea. Secondo moltissimi esperti di Diritto Internazionale la Polonia in diverse occasioni ha compromesso l’indipendenza dei tribunali e della magistratura. Infatti, basti pensare che la stessa Corte Costituzionale polacca è composta da giudici nominati dal partito del Governo.

Ti consigliamo come approfondimento-L’Unione europea si pone l’obiettivo di azzerare emissioni C02 entro il 2050

Polonia no supremazia Leggi UE: uscita giudiziaria dall’UE

scuola ponte morandiGià a luglio la Corte Costituzionale polacca aveva preso una decisione simile, riguardante una sentenza della Corte di Giustizia dell’UE. La Corte di Giustizia dell’Unione Europea è il principale organo giudiziario dell’Unione Europea. L’ultima sentenza è concerne al Trattato sull’unione Europea, in cui gli articoli 1 e 19 sarebbero considerati incompatibili con le leggi polacche. Infatti, tali articoli in sintesi decretano la supremazia del diritto comunitario su quello nazionali in determinati ambiti. Secondo alcuni esperti si tratta di idee di estrema destra incompatibili con l’UE. Il professore di diritto dell’UE all’Università di Rotterdam, Renè Repasi, ha commentato la sentenza come una rivoluzione dal punto di vista legale. Inoltre, ha continuato: “È vero che la Corte Costituzionale non è indipendente. Questo è il passaggio più vicino a un’uscita giudiziaria dall’Unione Europea mai compiuto da un tribunale nazionale.”

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 + tredici =