Pomigliano d’Arco in lutto: sospese tutte le attività di Carnevale

0
539
pomigliano

Pomigliano d’Arco si ferma. Ancora una volta la nostra cittadina è colpita da un tragico evento. Stamane, l’ennesima scomparsa prematura di un nostro giovane concittadino sconvolge la città. Scegliamo consapevolmente di non fornire ulteriori informazioni in merito (chiediamo venia ai nostri lettori), per rispettare il dolore dei familiari e di tutta la comunità, che – ricordiamo – nei mesi scorsi è già stata scossa dalla perdita di altre giovani promesse. Proprio per questo, l’Amministrazione Comunale ha tempestivamente deciso di sospendere tutte le manifestazioni comunali connesse al Carnevale. In foto l’annuncio firmato dal sindaco Raffaele Russo, sulla bacheca Facebook del comune di Pomigliano d’Arco.

Pubblicato da Comune di Pomigliano d'Arco su Domenica 23 febbraio 2020

Pomigliano d’Arco: sospesi tutti gli eventi anche Carnevalando

pomiglianoL’appuntamento era previsto per martedì 25 febbraio in piazzetta Rodari (Via Sulmona). L’evento era organizzato dall’Associazione Pro Loco Pomigliano e patrocinato dal Comune di Pomigliano d’Arco – Assessorato al Commercio con la collaborazione di Creative Comunicazione ed Eventi. Si trattava di un iniziativa assolutamente meritevole, utile sia a rilanciare il commercio della zona sia a regalare momenti di spensieratezza ai bambini. Tuttavia, nonostante l’importanza storica di questa festa per Pomigliano, il sindaco ha giustamente stabilito la sospensione di ogni festeggiamento in merito.

La città unita nel dolore

L’ordinanza del sindaco Raffaele Russo è sintesi ed espressione di un pensiero comune ai cittadini pomiglianesi: i figli di Pomigliano d’Arco sono figli di tutta la nostra comunità. Ancora una volta la nostra città si unisce, nel dolore, nella perdita e nella solidarietà, come dimostrato solo la settimana scorsa nelle due giornate ADMO cittadine dedicate a Serena Piccolo, registrando ben 1014 tipizzazioni. Come testata giornalistica, ma soprattutto come semplici cittadini, preferiremmo non dover mai più raccontare notizie simili, è solo il “dovere di cronaca” a imporcelo; ciò che possiamo invece fare, quali esseri umani, è trattare questi argomenti con sensibilità e delicatezza, che di tanto in tanto la nostra categoria dimentica!

La nostra redazione di Informa Press, a nome del direttore Viviana Cianciulli e di tutti noi, si unisce al dolore della famiglia!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × cinque =