Pomigliano, la prima ordinanza del sindaco Del Mastro contro il Covid

0
657
ordinanza

POMIGLIANO D’ARCO – Arriva la prima ordinanza del sindaco Del Mastro, in seguito all’aumento di casi positivi al Covid-19. Tempi duri richiedono misure adeguate: le nuove disposizioni mettono in guardia giovani e anziani cittadini.

Ti consigliamo come approfondimento – Dpcm novembre 2020, arriva la firma di Conte: ecco le nuove misure

L’ordinanza del sindaco Del Mastro

Ordinanza
Parco Pubblico “Giovanni Paolo II”, dal sito internet del comune di Pomigliano d’Arco

Nella serata del 3 novembre, il sindaco Gianluca Del Mastro ha annunciato attraverso il consueto appuntamento Facebook di aggiornamento sulla panoramica dei contagi sul territorio l’ordinanza n. 36 del 4/11/2020 con le seguenti misure restrittive con decorrenza immediata e fino alla data del 30 novembre 2020:

  • il divieto ai minori di anni 16 di circolare dopo le ore 18:00, se non accompagnati da un familiare della maggiore età, di spostarsi nei luoghi e spazi aperti, fermo restante l’obbligo
    di mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro e di utilizzare i dispositivi
    individuali di protezione;
  • La chiusura di Parchi e Giardini alle ore 20:00.

La violazione dell’ordinanza comporta l’applicazione della sanzione pecuniaria di euro 100, 00.

Ti consigliamo come approfondimento – Campania: scuole chiuse fino al 14 novembre

Le motivazioni dell’ordinanza

ordinanzaTra le diverse realtà comunali, Pomigliano si mantiene in una fascia media, sebbene la curva dei contagi sia sempre in rialzo. Per evitare che la situazione possa peggiorare, sono state introdotte le nuove disposizioni in vigore dal 4 fino al 30 novembre.

La decisione è stata adottata in merito alla maggiore criticità rappresentata dall’incontrollata presenza di giovani che affollano le piazze senza dispositivi di sicurezza e senza distanziamento. I controlli della Polizia Municipale che ha provveduto a elevare circa 30 sansazioni sono sembrate non bastare. 

Ti consigliamo come approfonfimento – Flash mob dei commercianti a Pomigliano d’Arco: “Una protesta silenziosa”

L’appello per i commercianti e i ritardi dell’Asl

OrdinanzaNon solo rimproveri e avvertenze: nella giornata del 2 novembre, il capo dell’amministrazione comunale ha incontrato una delegazione dei commercianti di Pomigliano. “Il commercio è tra le categorie più colpite dalle conseguenze del Coronavirus” ha detto Del Mastro. “Se discutiamo e prospettiamo insieme, potremmo intravedere una soluzione per i prossimi mesi”. Di qui, l’invito ad acquistare prodotti dal territorio pomiglianese, per restare vicini a coloro che sono più in difficoltà e per mantenere attivo il comparto commerciale.

La vicinanza del sindaco

Il sindaco ha espresso la sua vicinanza a coloro che sono risultati positivi ai tamponi molecolari e a quanti ancora restano in quarantena nell’attesa di una risposta da parte dell’Asl. L’azienda sanitaria è sotto sforzo e non ha le forze per soddisfare tutte le richieste. Molti sono gli abitanti di Pomigliano che lamentano un ritardo di 15/20 giorni per poter effettuare il tampone. Molte anche le lamentele sui social: le persone sono molto allarmate, chiedono una risoluzione. Tuttavia, occorre uno sforzo da parte della cittadinanza per comprendere le oggettive difficoltà dell’azienda. Del Mastro ricorda, poi, di rivolgersi prima al proprio medico di base.

Ti consigliamo come approfondimento – Decreto Ristori: 5 miliardi di euro di aiuti dal Governo per i lavoratori

Pulizia stradale

ordinanzaOltre ad aggiornare la cittadinanza sulla situazione epidemiologica e presentare la nuova ordinanza, il sindaco ha annunciato un aumento del servizio di pulizia straordinaria di strade e luoghi pubblici.

Il primo cittadino ha concluso insistendo molto sulla necessità di utilizzare i dispositivi di protezione individuale e di evitare assembramenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 − tre =