Pozzuoli in fiamme: bruciano capannoni. Si teme per la dispersione di amianto

0
585
Salerno moglie bruciata viva, roma benzina, incendio rsa, pozzuoli incendio, Bologna incendio appartamento

Pozzuoli incendio costringe i cittadini a munirsi di mascherine. Le fiamme sarebbero divampate nell’area della ex Sofer. Ad incendiarsi dei vecchi capannoni. La protezione civile tema il disperdersi di amicante e altre sostanze dannose. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Violenze su minori: due fratellini abbandonati dai genitori: “Mangiavano terra per fame”

Pozzuoli incendio: le dinamiche dell’incidente

Portici incendio palazzo, Incendio traghetto Svezia, pozzuoli incendio Si tratterebbe di una zona di capannoni abbandonata quella andata a a fuoco. Le autorità indagano per capire le dinamiche hanno dato il via al disperdersi delle fiamme. Non è ancora chiaro se si sia trattato di un incidente o di un incendio doloso. Altrettanto ignoto sono i materiali che sono andati alle fiamme. Trattandosi di one vecchie ed abbandonate si teme che i vecchi edifici contenessero materiali nocivi, primo tra tutti l’amianto. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Venezia approva il ticket d’ingresso, a partire dal 2024 serviranno 5 euro 

Pozzuoli incendio: cittadini in mascherina

incendio abitazione roma, Pozzuoli incendio Le fiamme si sono alzate in poco tempo, coprendo il centro della città di Pozzuoli. In attesa che i vigili del fuoco intervenissero per domare le fiamme, il fumo già si respirava nelle vie residenziali. I cittadini si sono chiusi in base con le finestre sbarrate. Seguendo i consigli del comune e della protezione civile, i cittadini si sono muniti di mascherine per cercare di inalare il meno possibile l’aria nociva. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Femminicidio Roma: Marocchino uccide la sua ex, l’infermiera freddata a 52 anni

Pozzuoli incendio: gli esami sull’aria 

Ultima profezia Fatima, pozzuoli incendio Mentre i vigili del fuoco tentavano di arginare le fiamme, sul posto è stata chiamata anche l’Arpac. Dopo che le fiamme sono state domate, la seconda emergenza da controllare è stata quella in relazione all’area nociva. Non sono ancora chiari tuttavia i risultati degli esami. Si tratta del secondo incendio nella stessa giornata. Anche la zona di Bacoli è stata vittima di un altro incendio esteso. A rendere le azioni di spegnimento ancora più complicate, il forte vento degli ultimi giorni che ha solo alzato le fiamme.