Pregliasco ordina al Galeazzi di Milano di posticipare i ricoveri ai No Vax

0
176
pregliasco green pass,

Pregliasco Green Pass, parole che si concretizzano in direttive per il Galeazzi di Milano. Di fatto il direttore sanitario e virologo ha dettato la linea guida. Gli interventi non urgenti e non rischiosi saranno posticipati a maggior ragione se sprovvisti di Green Pass. Una direttiva che serve per mettere in sicurezza gli stessi pazienti non vaccinati, essendo maggiormente a rischio. Il tutto rientra infatti nella valutazione del rischio di fragilità sui diversi aspetti del paziente.

Ti consigliamo come approfondimento – Fabrizio Pregliasco sul modello Austria: “Sì al lockdown per i non vaccinati”

Pregliasco Green Pass: le indicazioni del direttore

lockdown non vaccinati, pregliasco green pass,
Fabrizio Pregliasco – fonte Youtube

Pregliasco è chiaro riguardo le direttive date al Galeazzi di Milano di cui è direttore. Bisogna posticipare gli interventi non urgenti e non a rischio. Questo rimando sarà fatto tramite una valutazione dei rischi basata sulla fragilità del paziente. Tra gli aspetti di cui tener conto vi è anche quello dello stato di vaccinazione e quindi del Green Pass. Siccome i non vaccinati risultano più a rischio verranno posticipati su tutti. Una misura che Pregliasco definisce: “Indispensabile, tenendo conto dei cento posti letto in meno”. Posti che mancano per le operazioni in quanto destinati ai pazienti Covid.

Ti consigliamo come approfondimento – Matteo Bassetti: “Omicron contagerà tutti, avremo l’immunità a settembre”

Pregliasco Green Pass: le parole del virologo

coronavirus lockdown non vaccinati,pregliasco green pass,
Fabrizio Pregliasco – Fonte “Facebook”

“Ho dato indicazione ai curanti” dice Pregliasco. “Di fare una valutazione rispetto al rischio di fragilità su diversi aspetti del paziente”. Tra questi vi è: “Anche l’eventuale scopertura vaccinale, che espone il paziente ad un maggior rischio”. Una problematica che sorge nel: “Riorganizzare e ottimizzare le sale operatorie per gli interventi più urgenti”. In quanto: “Abbiamo spazi limitati”. Chiarisce però che: “Tutti gli interventi urgenti, come quelli a rischio vita, vengono garantiti a tutti”. Il posticipo riguarderà situazioni meno importanti o che potrebbero mettere il paziente in condizioni di fragilità o di rischio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

undici + 13 =