Procida, gesto vile e antisemita: scritte antisemite comparse sui muri della città

0
171
Procida scritte antisemite
Foto tratta da Fanpage.it

Procida scritte antisemite con “A morte gli ebrei” comparse sui muri. Il sindaco denuncia e promette cancellazione immediata. Sandro Ruotolo condanna fermamente, ricordando l’antifascismo e la lotta contro ogni forma di odio. Cruciale educazione per contrastare l’antisemitismo.

Ti consigliamo come approfondimento-Eav comunica la chiusura della stazione di Centro Direzionale: nuovo tratto per arrivare a Napoli da Pomigliano

Procida scritte antisemite su alcuni muri

Foto tratta da Fanpage.it

Nella pacata atmosfera dell’isola di Procida, un’oscura e detestabile manifestazione di odio ha scosso la quiete mattutina: su alcuni muri sono comparse scritte antisemite, recanti la sinistra e spaventosa frase “A morte gli ebrei“. Questo vile atto, un’offesa non solo alla comunità ebraica ma a tutti coloro che credono nei valori dell’umanità e della tolleranza, ha immediatamente destato indignazione e condanna. L’allarme è stato lanciato dai media locali, con Tg Procida che ha diffuso le immagini delle scritte infamanti attraverso i social media, esponendo l’ignominia di tale gesto al pubblico. La reazione delle autorità locali non si è fatta attendere: il sindaco di Procida, Dino Ambrosino, ha prontamente denunciato l’accaduto alle Forze dell’Ordine, assicurando che l’amministrazione comunale avrebbe agito tempestivamente per rimuovere quelle parole di odio dai muri dell’isola. La condanna è stata unanime e senza riserve.

Ti consigliamo come approfondimento-Femminicidio a Parma, uccide la moglie a fucilate poi chiama il 112: “Venite l’ho ammazzata”

Procida scritte antisemite su alcuni muri: parla Sandro Ruotolo

Comune Caivano sciolto
Dal profilo Facebook di Sandro Ruotolo

Anche personalità di spicco, come il giornalista ed ex senatore Sandro Ruotolo, hanno espresso indignazione e disgusto per questa manifestazione di antisemitismo. Ruotolo ha sottolineato il significato storico profondo di questo vile atto, richiamando alla memoria il ruolo cruciale che Procida ha giocato nella lotta contro l’occupazione nazifascista durante la Seconda Guerra Mondiale. La resistenza di Procida contro l’oppressione è un capitolo importante nella storia italiana, un simbolo di coraggio e determinazione nel combattere l’ingiustizia e l’intolleranza. Ruotolo ha ricordato con orgoglio come Napoli, a cui Procida è strettamente legata, si sia liberata dall’occupazione nazifascista senza l’aiuto degli alleati, grazie alla resistenza del suo popolo. Questo ricordo è particolarmente significativo nel contesto dell’antisemitismo, poiché Napoli è stata una delle prime città italiane a dichiararsi libera dal regime nazifascista, sottolineando così il forte impegno antifascista della regione.

Ti consigliamo come approfondimento-Venezia, bambini spostano i cartelli stradali per gioco e bloccano tutto il traffico

Procida scritte antisemite su alcuni muri: vile atto

Bambino ebreo bruciatoL’antisemitismo, il razzismo e il fascismo sono condannati senza mezzi termini dalla Costituzione italiana. Si tratta del documento che rappresenta i principi fondamentali su cui si basa la nostra società. Questa manifestazione di odio viola i principi di uguaglianza e tolleranza sanciti dalla Costituzione. Inoltre, rappresenta anche un affronto alla memoria delle vittime dell’Olocausto e a tutti coloro che hanno combattuto per la libertà e la dignità umana. Il gesto antisemita a Procida non può essere ignorato o minimizzato. È un campanello d’allarme che ci ricorda quanto sia importante combattere l’ignoranza e l’odio ovunque si manifestino. L’educazione e la sensibilizzazione sono armi potenti contro il pregiudizio e la discriminazione. È fondamentale che questo vile atto di antisemitismo non venga politicizzato o banalizzato. È un problema sociale che richiede una risposta collettiva e un impegno da parte di tutti noi. Bisogna lavorare insieme per creare una società più inclusiva e rispettosa.